Miacis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Miacis
Stato di conservazione: Fossile
Miacis.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Mammalia
Famiglia Miacidae
Genere Miacis

Il miacide (gen. Miacis) è un genere estinto di Mammiferi carnivori, tra il tardo Paleocene e l'Eocene medio (55-45 milioni di anni fa). I suoi resti sono stati ritrovati in Europa e Nordamerica.

Il carnivoro più primitivo[modifica | modifica sorgente]

Della taglia di una martora (circa 30 centimetri di lunghezza), il miacide è considerato uno dei più antichi e primitivi tra tutti i carnivori. Possedeva ancora caratteristiche arcaiche simili a quelle dei suoi antenati creodonti, come un cranio basso e lungo, un corpo allungato e zampe corte; possedeva anche lo stesso numero di denti (44) anche se sembra che con l'evolversi delle specie alcuni di questi denti si stessero riducendo almeno per quanto riguarda le dimensioni.

Varie caratteristiche, però, sono evolute: la pelvi era simile a quella dei canidi e le vertebre erano specializzate; inoltre gli artigli erano protrattili e le orbite erano costruite in modo tale da fornire all'animale una visione binoculare, fondamentale per la caccia e la vita arborea. Sembra inoltre che il miacide e le forme a esso imparentate fossero forniti di un cervello più grande di quello dei creodonti; è possibile che l'aumentata intelligenza fosse stato un fattore determinante nello sviluppo dei miacidi, che diedero origine alle varie famiglie di carnivori attuali. Probabilmente Miacis era adatto a vivere sugli alberi, come molti altri carnivori primitivi; predava piccoli animali e forse si cibava anche di uova e frutta.