Mescal (distillato)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mescal
Mezcal shot with worm.jpg
Shot di mescal
Origini
Luogo d'origineMessico Messico
Dettagli
Categoriabevanda
 

Il mescal[1][2][3][4][5] (pron. [mesˈkal][6], spagnolo mezcal, náhuatl mexcalli) è un distillato messicano ottenuto dalla pianta dell'agave e prodotto principalmente nello stato di Oaxaca.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome italiano mescal è un adattamento dello spagnolo mezcal, che a sua volta deriva dal náhuatl mexcalli, da metl ("agave") e ixcalli ("cotto").[3][5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il mescal è particolarmente diffuso nello stato messicano di Oaxaca, in particolar modo nei distretti di Sola de Vega, Miahuatlán, Yautepec, Santiago Matatlán, Ocotlán, Ejutla e Zimatlán, che costituiscono le regioni per la denominazione di origine protetta del prodotto, registrato il 19 marzo del 1995 presso l'Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale di Ginevra[7]. Esistono differenti specie di agave, tra cui l'Agave angustifolia e l'Agave salmiana, ad ognuna di esse è associata una particolare varietà di mescal.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Bottiglie di mescal con gusano
Mescal blanco e añejo, servito con fette di arancia e sal de gusano (letteralmente "sale di verme") composto di sale, peperoncino e larve sbriciolate. Foto scattata a Tepoztlán.

Il mescal, a differenza della più conosciuta tequila, si produce solo con la parte centrale dell'agave conosciuta come espadin. Quando la pianta raggiunge i 6/8 anni di vita, si raccoglie e si tagliano tutte le foglie, lasciando solo il cuore, che viene chiamato piña per il suo aspetto e che viene cotto in speciali forni interrati. Dopo la cottura viene triturato e lasciato macerare da 14 a 30 giorni. Segue la distillazione in piccoli alambicchi discontinui, che può durare a lungo ed essere svolta due volte.[8]

Il distillato viene quindi lasciato riposare in grandi botti di legno per un periodo che va dai 2 mesi ai 7 anni. Durante questo tempo acquisisce un colore dorato e via via più scuro.

L'invecchiamento ha tre distinte denominazioni:

  • Añejo – per almeno un anno, in botti di non più di 200 litri;
  • Reposado – per un periodo da due mesi a un anno;
  • Blanco – chiaro, conservato meno di due mesi.

Per aromatizzare un certo tipo di mescal viene depositata all'interno delle bottiglie una larva d'insetto. Viene comunemente definito verme, ma è in realtà la larva di un coleottero, il Scyphophorus acupunctatus, oppure si utilizzano larve della Comadia redtenbacheri, detta comunemente gusano rojo; più pregiata della prima, e vera piaga per l'agave e la manioca in America.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ mescal, su Dizionario italiano - Corriere.it.
  2. ^ mescal, su Dizionari - La Repubblica.
  3. ^ a b mescal, su Garzanti Linguistica.
  4. ^ mescal, su Dizionario Italiano online Hoepli.
  5. ^ a b mescal, su Dizionario italiano De Mauro.
  6. ^ Luciano Canepari, mescal, in Il DiPI – Dizionario di pronuncia italiana, Zanichelli, 2009, ISBN 978-88-08-10511-0.
  7. ^ (EN) Mezcal: Beyond the Worm, su wineworldspirits.com. URL consultato il 14 ottobre 2015 (archiviato dall'url originale il 14 giugno 2015).
  8. ^ Distilling Knowledge - A professional guide to spirits and liqueurs, WSET, p. 73.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85083907