Melchor Liñán y Cisneros

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Melchor de Liñán y Cisneros
arcivescovo della Chiesa cattolica
Melchor de Linan y Cisneros.jpg
Template-Archbishop.svg
 
Incarichi ricopertiArcivescovo di Lima
Arcivescovo di La Plata o Charcas
Vescovo di Popayán
Vescovo di Santa Marta
 
Nato19 dicembre 1629 a Madrid
Nominato vescovo6 ottobre 1664 da papa Alessandro VII
Consacrato vescovo1665 dal vescovo Antonio Sanz Lozano
Elevato arcivescovo8 febbraio 1672 da papa Clemente X
Deceduto28 giugno 1708 a Lima
 

Melchor Liñán y Cisneros, oppure a volte Melchor de Liñán y Cisneros (Madrid, 19 dicembre 1629Lima, 28 giugno 1708), è stato un arcivescovo cattolico spagnolo, amministratore coloniale e viceré del Perù dal 1678 al 1681[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò teologia presso l'Università di Alcalá, dove conseguì il dottorato. In seguito divenne cappellano di Buitrago. Fu anche censore (calificador) del Sacro Ufficio dell'inquisizione.

Giunse nelle Americhe nel 1664, come vescovo di Santa Marta. Nel 1666 divenne vescovo di Popayán e poi arcivescovo di Charcas nel 1667. Fu mandato come ispettore (visitador) nel Nuovo Regno di Granada, l'odierna Colombia, nel 1671 a causa dell'inattività di Diego de Villalba y Toledo, presidente della locale audiencia. Sostituì Villabla in questo incarico il 2 giugno 1671. Contemporaneamente fu governatore e capitano generale ad interim del Nuevo Reino de Granada.

Era arcivescovo di Lima nel 1678, quando fu nominato viceré del Perù. Da viceré migliorò le fortificazioni del porto di Callao per difenderlo dagli attacchi dei filibustieri olandesi. Represse le ribellioni del clero, che si opponeva alla nomina dei prelati da parte della Spagna, soprattutto dei francescani di Cuzco e dei domenicani di Quito. Alla morte dell'astronomo peruviano Francisco Ruiz Lozano, concesse (con l'approvazione della corona) alla matematica una presenza definitiva nell'Università di San Marcos. La matematica fu associata alla cattedra di cosmografia. Fu Juan Ramón Koening, un belga, ad assumere la cattedra[2].

Come ricompensa per i servizi resi, la corona spagnola concesse a Liñán y Cisneros il titolo di conde de la Puebla de los Valles. Scrisse anche l'opera Ofensa y defensa de la libertad eclesiástica (Offesa e difesa della libertà ecclesiastica).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Dionisio de Alcedo y Herrera, Pirateras y agresiones de los ingleses y de otros pueblos de Europa en la Amrica espaola desde el siglo XVI al XVIII deducidas de las obras de D. Dionisio del Alsedo y Herrera, su bmayor.unc.edu.ar, Biblioteca Mayor de la Universidad Nacional de Córdoba (archiviato dall'originale il 23 settembre 2013).
  2. ^ (ES) Ccente Pineda, Elmer Alberto, El devenir de la geografía en el Perú, su sisbib.unmsm.edu.pe, Universidad Nacional Mayor de San Marcos, Sistema de Bibliotecas, Biblioteca Central "Pedro Zulen".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN70121364 · ISNI (EN0000 0000 7878 3229 · LCCN (ENn96032750 · WorldCat Identities (ENn96-032750
Conquista spagnola delle Americhe Portale Conquista spagnola delle Americhe: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Conquista spagnola delle Americhe