Mecanoo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Biblioteca di Birmingham

Mecanoo è uno studio di architettura fondato a Delft nel 1984 dagli architetti Francine Houben, Henk Döll, Roelf Steenhuis, Erick van Egeraat e Chris de Weijer.[1]

Gli aspetti caratteristici dei progetti dello studio sono le componenti tecniche e giocose, che si combinano negli ambiti architettonici e urbanistici in modi talvolta poco ortodossi e rivolgendo particolare attenzione al ruolo della luce.[senza fonte]

Progettazioni di rilievo[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito vengono elencate alcune opere progettate dallo studio:[2]

Aeroporto Hilton Amsterdam Schiphol
Biblioteca della Università tecnica di Delft.
Torre residenziale Montevideo
  • Biblioteca della Università tecnica di Delft, Delft (1993–1997)[1]
  • Nederlands Openluchtmuseum, Arnhem, (1995–2000)[1]
  • Torre Montevideo, Rotterdam (1999–2005)
  • Da Vinci College, Learning Park, Dordrecht (2004–2007)
  • FiftyTwoDegrees, Nijmegen (2001–2007)
  • La Llotja - cinema e centro congressi, Lleida, Spagna (2005–2008)
  • Cinema Amphion, Doetinchem, Paesi Bassi (2006–2009)
  • Museo marittimo Kaap Skil, Texel, Paesi Bassi (2006-2012)
  • Amsterdam University College, Amsterdam (2008-2012)
  • Biblioteca di Birmingham, integrata con il Birmingham Repertory Theatre, Birmingham, Regno Unito (2008-2013)[3]
  • HOME, Manchester, Regno Unito (2011-2015)
  • Bruce C. Bolling Municipal Building (Boston, 2015)
  • Palace of Justice, Córdoba, Spain (ongoing)
  • Stazione di Delft e uffici municipali, Delft (2015)
  • Hilton Amsterdam Airport Schiphol, Amsterdam (in fase di costruzione)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c www.treccani.it
  2. ^ www.edilportale.com
  3. ^ www.domusweb.it

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Architettura Portale Architettura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di architettura