Mathis Wackernagel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mathis Wackernagel (Basilea, 10 novembre 1962[1]) è un ambientalista svizzero. È il fondatore e attuale presidente del Global Footprint Network, un think tank internazionale che si occupa di sostenibilità ambientale, avente sede a Oakland (California), Bruxelles e Ginevra. Questo organismo è una ONG[2] che si occupa di sviluppare e promuovere concetti e strumenti, tra cui l'impronta ecologica, per misurare l'impatto ambientale dei processi economici.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Our Ecological Footprint: Reducing Human Impact on the Earth (with Williams E. Rees, and Phil Testemale, 1995) ISBN 0-86571-312-X; L'impronta ecologica. Come ridurre l'impatto dell'uomo sulla terra, Edizioni Ambiente, 2008, 193 pagine
  • Sharing Nature's Interest (with Nicky Chambers and Craig Simmons, 2001) ISBN 1-85383-738-5
  • The Winners and Losers in Global Competition: Why Eco-Efficiency Reinforces Competitiveness: A Study of 44 Nations (with Andreas Sturm, 2003) ISBN 1-55753-357-1
  • Der Ecological Footprint. Die Welt neu vermessen. (with Bert Beyers)
  • Il mondo sta fronteggiando rischi sempre maggiori dovuti ai forti cambiamenti climatici e alla scarsità delle risorse. La Svizzera deve chiedersi: È un paese troppo piccolo per agire e cambiare la situazione o è un paese troppo compromesso per non intervenire?

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59941825 · ISNI (EN0000 0001 1065 1614 · LCCN (ENno96030963 · GND (DE121499731 · BNF (FRcb16181774j (data)