Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Masaaki Hatsumi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Masaaki Hatsumi (初見良昭 Hatsumi Masaaki; Prefettura di Chiba, 2 dicembre 1931) è un artista marziale giapponese, fondatore ed attuale Soke dell'organizzazione di arti marziali Bujinkan Dojo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Arti marziali[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò a studiare le arti marziali all'età di sette anni e raggiunse in breve il grado d'istruttore di Jūdō, Kendo, Karate e Aikido. Nel dopoguerra fu invitato ad insegnare Judo in una base militare americana.

Successivamente studiò arti marziali da un Maestro di Kobudo, ed in pochi anni d'allenamento, apprese la tecnica del Kobudo. Il Sensei di Kobudo di Hatsumi gli parlò di Takamatsu Toshitsugu, Maestro di grande fama nel mondo delle arti di combattimento e Soke di nove scuole di arti marziali:

  • Togakure-ryū Ninpō Taijutsu (戸隠流忍法体術)
  • Gyokko-ryū Kosshijutsu (玉虎流骨指術)
  • Kuki Shinden Happō Hikenjutsu (九鬼神伝流八法秘剣術)
  • Kotō-ryū Koppōjutsu (虎倒流骨法術)
  • Shinden Fudō-ryū Dakentaijutsu (神伝不動流打拳体術)
  • Takagi Yōshin-ryū Jūtaijutsu (高木揚心流柔体術)
  • Gikan-ryū Koppōjutsu (義鑑流骨法術)
  • Gyokushin-ryū Ninpō (玉心流忍法)
  • Kumogakure-ryū Ninpō (雲隠流忍法)

Per quindici anni Masaaki lavorò durante la settimana nella sua clinica come chiropratico e destinò tutti i fine settimana all'allenamento, recandosi a trecento chilometri di distanza per ricevere i suoi insegnamenti.

Fu attraverso Takamatsu, che Hatsumi imparò l'arte del Taijutsu, un metodo di combattimento basato sul movimento naturale del corpo. Prima della morte del Maestro Toshitsugu, il 2 aprile 1972, Masaaki, nonostante la sua giovane età, divenne il suo successore (Soke) ed erede dell'antiche tradizioni Ninja.

Oggi Hatsumi è il Leader della Bujinkan (Casa del Guerriero Divino), insegna al Budokan di Tokyo ed al Hombu Dojo di Noda-shi, dove alunni di tutto il mondo si recano per praticare il Budo Taijutsu.

Secondo Hatsumi questa disciplina è ricca di temi essenziali per il raggiungimento di un alto livello di difesa personale, di equilibrio e di rispetto dei valori umani, che ci permetterebbe di entrare in armonia con gli altri e con la natura che ci circonda.[senza fonte]

L'esperienza che Hatsumi ha accumulato nei suoi anni di vita lo porta ad essere giudicato come l'ultimo vero maestro di Ninjutsu dei nostri tempi. Fu definito personalmente dall'Imperatore come patrimonio nazionale vivente del Giappone.[senza fonte]

Altri interessi[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in medicina all'Università di Meiji dove ha approfondito anche lo studio del teatro tradizionale, delle arti, della pittura e della cultura giapponese. Ha scritto più di venti libri in lingua giapponese ed inglese di Ninjutsu, di Budo e di poesia ed ha realizzato numerosi video formativi sulle tradizioni Ninja. Ha inoltre preso parte alla realizzazione di molti film, documentari di storia, trasmissioni televisive, nonché come consulente sulle scene di combattimento di famosi film come ad esempio i vari 007.

I suoi quadri sono stati esposti nelle migliori gallerie di New York, ed ha ricevuto inoltre riconoscimenti dal primo ministro inglese Margaret Thatcher, dal principe Carlo d'Inghilterra, dal Re Juan Carlos I di Spagna, dal presidente Bill Clinton e da molti altri leader a livello internazionale per le sue consulenze come stratega nelle tecniche di combattimento[senza fonte] ed anche nei metodi di difesa nazionale dei rispettivi paesi di cui questi personaggi rappresentano i massimi livelli di comando.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1986 - Instructor of the Year - Black Belt Magazine
  • 1999 - Social Cultural Distinguished Service Award - Japanese Culture Promotion Society
  • 2000 - World Cultural Grand Prize: Martial Arts Division - World Peace and Culture Association
  • 2001 - Apostolic Blessing - il Vaticano
  • 2001 - Lifetime Achievement Award - USMA International Hall of Fame

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN69155494 · LCCN: (ENn82048628 · ISNI: (EN0000 0000 8149 1593 · GND: (DE123504961 · BNF: (FRcb144745842 (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie