Mario Giovana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Ai miei compagni della seconda divisione che non sono tornati dalla montagna il 25 aprile 1945.»

(Storia di una formazione partigiana - Resistenza nel Cuneese, Dedica)

Mario Giovana (Nizza, 1925Cuneo, 27 ottobre 2009) è stato un partigiano, giornalista e storico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È stato comandante partigiano nel Cuneese. Amico e compagno di molti uomini di Giustizia e Libertà, tra i quali Aldo Garosci, Vittorio Foa, Carlo Levi, Riccardo Levi, Franco Venturi ed Emilio Lussu. Dopo aver militato dal 1951 nel movimento dei socialisti indipendenti di Valdo Magnani, dal 1957 per sette anni è stato membro del Comitato Centrale del PSI di Pietro Nenni. Nel 1970 fu eletto consigliere regionale del Piemonte nelle liste del Partito Socialista di Unità Proletaria. Per lunghi anni ha svolto attività di giornalista ed è inoltre scrittore di numerosi saggi di storia contemporanea. Ha collaborato a riviste italiane e straniere di storia contemporanea.

È scomparso nel 2009 all'età di 84 anni.[1] A lui è dedicato il Centro Culturale di Mombasiglio "Mario Giovana".

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Algeria anno settimo (Milano 1961),
  • La Resistenza in Piemonte. Storia del CLN piemontese (Milano 1962);
  • Storia di una formazione partigiana (Torino 1964);
  • I figli del sole. Mezzo secolo di nazifascismo nel mondo (Milano 1964);
  • Le nuove camicie nere (Torino 1966)
  • Guerriglia e mondo contadino (Bologna 1988);
  • Giustizia e Libertà in Italia. Storia di una cospirazione antifascista. 1929-1937 (Torino 2005).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66592761 · ISNI (EN0000 0000 8390 1496 · BNF (FRcb12788326r (data)