Marianna Candidi Dionigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marianna Candidi Dionigi

Marianna Candidi Dionigi (Roma, 3 febbraio 1756Civita Lavinia, 10 giugno 1826) è stata una pittrice, scrittrice e archeologa italiana.

Marianna Candidi Dionigi, Prospetto di Porta San Pietro ad Alatri

Immortalò le città di Alatri, Anagni, Ferentino, Arpino e Atina - le città saturnie - nelle sue incisioni e nei suoi scritti raccolti durante i suoi viaggi nel Lazio, nell'opera Viaggi in alcune città del Lazio che diconsi fondate dal Re Saturno. Dalle sue opere appare lo scenario di una Ciociaria dove natura e opere umane si fondono armoniosamente.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Roma da Giuseppe Candidi, medico di chiara cultura umanistica. e da Maddalena Scilla, nata da una famiglia siciliana molto ricca (lo zio Agostino, pittore, naturalista e numismatico si era trasferito con la famiglia a Roma).[1]

Studia musica, imparando a suonare l'arpa e il clavicembalo e riceve le visite di Anfossi, Paisiello, Cimarosa.

Si dedica allo studio delle lingue: oltre al latino e al greco, con Raimondo Cunich, impara l'inglese e il francese e legge i classici.

Intraprende alcune ricerche archeologiche che pubblica corredandole con i suoi schizzi.[2] Inizia a dipingere paesaggi, sotto la guida di Carlo Labruzzi.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Viaggi in alcune città del Lazio che diconsi fondate dal Re Saturno, Roma, 1809.
  • Paesaggio con figura e dama a cavallo, inchiostro bruno e acquarello su carta, Accademia Nazionale di San Luca, Roma.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN54371483 · ISNI (EN0000 0000 6132 9011 · SBN IT\ICCU\CFIV\134807 · LCCN (ENnr97018016 · GND (DE100458661 · BNF (FRcb14462354w (data) · ULAN (EN500056069 · BAV ADV10265811 · CERL cnp01377113 · WorldCat Identities (ENnr97-018016