Maria Vittoria Longhitano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maria Vittoria Longhitano (Enna, 4 ottobre 1974) è una religiosa italiana. Prima donna italiana a esser ordinata in Italia presbitera della chiesa veterocattolica (la prima donna italiana ordinata per la chiesa vetero cattolica è Teodora Tosatti, ordinata a Bonn, quando l'Italia era ancora sotto la giurisdizione della diocesi tedesca).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Trascorsa la sua infanzia a Nissoria in Sicilia, studia filosofia a Catania diventando docente nelle scuole superiori. Dopo dieci anni di servizio come lay-minister (ministro laico), il 22 novembre del 2009, è stata ordinata diacona della Chiesa Veterocattolica. Il 22 maggio 2010 presso la chiesa anglicana di Tutti i Santi a Roma viene ordinata presbitera(sacerdote) dal vescovo vetero-cattolico Fritz-René Müller, delegato della conferenza episcopale internazionale dell'Unione di Utrecht per l'Italia. Dal 2008 è sposata con Andrea Lanza. Attualmente guida le comunità "Gesù Buon Pastore" di Milano, ed è responsabile della Fraternità "Santa Maria del Monte Carmelo".

Attività pastorale[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 gennaio 2011, il vescovo Müller presiede all'insediamento di Maria Vittoria Longhitano come parroco nella città di Milano. Dopo la decisione della Chiesa Vetero-Cattolica dell'Unione di Utrecht di porre fine alla missione in Italia il 7 giugno 2011, M.V. Longhitano si pone sotto la giurisdizione del Vescovo Pierre Whalon della Convocazione delle Chiese episcopali in Europa, una giurisdizione della Chiesa episcopale degli Stati Uniti d'America.

La cura pastorale da lei adottata è inclusiva e progressista.

Riferimenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]