Comunione anglicana ortodossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Comunione anglicana ortodossa è un'unione mondiale di Chiese di tradizione anglicana nata nel 1967, fra le prime a separarsi dalla Sede di Canterbury e dal resto della Comunione anglicana. La Comunione anglicana ortodossa aderisce a dottrina, disciplina e liturgia come espresse nei formulari anglicani classici, specialmente nei Libri della preghiera comune inglese del 1662, statunitense del 1928, scozzese del 1929 e canadese del 1962. L'arcivescovo primate della Chiesa anglicana ortodossa statunitense (attualmente Scott Earle McLaughlin), è allo stesso tempo metropolita dell'intera comunione. Al momento la comunione ha branche in Nord e Sud America, Europa, Africa ed Asia. Il clero per gli Stati Uniti e l'Europa è formato al Collegio teologico e seminario di Sant'Andrea. La successione apostolica dei vescovi della comunione ha radici anglicane, vetero-cattoliche e ortodosse.

Chiese membro[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente della Comunione anglicana ortodossa fanno parte 15 chiese:

Africa[modifica | modifica wikitesto]

America[modifica | modifica wikitesto]

Asia[modifica | modifica wikitesto]

Europa[modifica | modifica wikitesto]

Relazioni ecumeniche[modifica | modifica wikitesto]

La Comunione anglicana ortodossa ha accordi di piena comunione con la Chiesa vetero-cattolica in Slovacchia, la Chiesa cattolica evangelica e la diocesi di Ruvuma della Chiesa anglicana di Tanzania (membro della Comunione anglicana).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cristianesimo