Lucio Calpurnio Pisone Cesonino (console 112 a.C.)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lucio Calpurnio Pisone Cesonino
Roma, denario di lucius caesius, 112 o 111 ac.JPG
Denario di Lucius Caesius, 112 o 111 a.C.
Nome originaleLucius Calpurnius Piso Caesoninus
Morte107 a.C.
GensCalpurnia
PadreLucio Calpurnio Pisone Cesonino
Consolato112 a.C.

Lucio Calpurnio Pisone Cesonino [1] (latino: Lucius Calpurnius Piso Caesoninus) (... – 107 a.C.) è stato un politico e generale romano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del console omonimo, fu anche'egli eletto console nel 112 a.C. con Marco Livio Druso; nell'anno del suo consolato non vi furono eventi degni di nota.

Nel 107 a.C. servì come legato del console Lucio Cassio Longino e lo seguì nella sua campagna nella Gallia Cisalpina; Cesonino morì assieme al console nella disastrosa sconfitta subita dai Romani ad opera dei Tigurini nel territorio dei Nitiobrogi.

Cesonino fu anche il nonno di Lucio Calpurnio Pisone Cesonino, a sua volta suocero di Giulio Cesare e lo stesso Cesare rammenta nei Commentarii de bello Gallico l'evento della morte di Cesonino dopo aver sconfitto i Tigurini [2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ William Smith, Dictionary of Greek and Roman Biography and Mythology, 1, Boston: Little, Brown and Company, Vol.3 pag.371 n.5 Archiviato il 22 ottobre 2012 in Internet Archive.
  2. ^ Cesare, Bellum Gallicum, I, 7, 4 e ivi I, 12, 5