Lonchophylla hesperia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Lonchophylla hesperia
Immagine di Lonchophylla hesperia mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Superordine Laurasiatheria
Ordine Chiroptera
Sottordine Microchiroptera
Famiglia Phyllostomidae
Sottofamiglia Glossophaginae
Genere Lonchophylla
Specie L.hesperia
Nomenclatura binomiale
Lonchophylla hesperia
Allen, 1908

Lonchophylla hesperia (Allen, 1908) è un pipistrello della famiglia dei Fillostomidi diffuso nell'America meridionale.[1][2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Pipistrello di piccole dimensioni, con la lunghezza della testa e del corpo tra 60 e 68 mm, la lunghezza dell'avambraccio tra 35 e 41 mm, la lunghezza della coda tra 7 e 13 mm, la lunghezza del piede tra 8 e 15 mm, la lunghezza delle orecchie tra 10 e 16 mm e un peso fino a 10 g.[3]

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

La pelliccia è di lunghezza media e morbida. Le parti dorsali sono marroni chiare, più scure sulla testa e con la base dei peli biancastra, mentre le parti ventrali sono bruno-grigiastre. Il muso è lungo, con il labbro inferiore attraversato da un profondo solco longitudinale contornato da due cuscinetti carnosi e che si estende ben oltre quello superiore. La foglia nasale è lanceolata, ben sviluppata e con la porzione anteriore saldata al labbro superiore. Le orecchie sono corte, triangolari con l'estremità arrotondata e ben separate tra loro. Le ali sono attaccate posteriormente sulle caviglie. La coda è corta e fuoriesce con l'estremità dalla superficie dorsale dell'uropatagio. Il calcar è più corto del piede.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre di nettare, polline e insetti.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie è diffusa nell'Ecuador sud-occidentale e nel Perù nord-occidentale.

Vive foreste secche sub-tropicali.

Stato di conservazione[modifica | modifica wikitesto]

La IUCN Red List, considerato il declino significativo stimato in poco meno del 30% negli ultimi 10 anni a causa della perdita del proprio habitat, classifica L.hesperia come specie prossima alla minaccia (NT).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Solari, S. & Velazco, P. 2010, Lonchophylla hesperia, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017.
  2. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Lonchophylla hesperia, in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.
  3. ^ Tirira, 2007

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Diego S. Tirira, Mamíferos del Ecuador: Guía de campo, Ediciones Murciélago Blanco, 2007. ISBN 9789978446515
  • Alfred L. Gardner, Mammals of South America, Volume 1: Marsupials, Xenarthrans, Shrews, and Bats, University Of Chicago Press, 2008. ISBN 9780226282404

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi