Life Cycle Assessment

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Life Cycle Assessment (in italiano "valutazione del ciclo di vita", conosciuto anche con l'acronimo LCA) è una metodologia che valuta un insieme di interazioni che un prodotto o un servizio ha con l'ambiente, considerando il suo intero ciclo di vita che include le fasi di preproduzione (quindi anche estrazione e produzione dei materiali), produzione, distribuzione, uso (quindi anche riuso e manutenzione), riciclaggio e dismissione finale. La procedura LCA è standardizzata a livello internazionale dalle norme ISO 14040 e 14044 (International Organization for Standardization).

Obiettivi e scopi della LCA[modifica | modifica sorgente]

La LCA (come definito nella norma ISO 14040) considera gli impatti ambientali del caso esaminato nei confronti della salute umana, della qualità dell'ecosistema e dell'impoverimento delle risorse, considerando inoltre gli impatti di carattere economico e sociale. Gli obiettivi dell'LCA sono quelli di definire un quadro completo delle interazioni con l'ambiente di un prodotto o di un servizio, contribuendo a comprendere le conseguenze ambientali direttamente o indirettamente causate e quindi dare a chi ha potere decisionale (chi ha il compito di definire le normative) le informazioni necessarie per definire i comportamenti e gli effetti ambientali di una attività e identificare le opportunità di miglioramento al fine di raggiungere le migliori soluzioni per intervenire sulle condizioni ambientali.

Cinque fasi maggiori[modifica | modifica sorgente]

In accordo con le norme ISO 14040[1] e 14044[2], il Life Cycle Assessment viene suddiviso in cinque fasi di valutazione:

  • Mete e obiettivi
  • Inventario del ciclo di vita
  • Valutazione dell'impatto del ciclo di vita
  • L'Interpretazione
  • LCA usi e strumenti

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]