Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Lev Aleksandrovič Mej

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Lev Mej)
Jump to navigation Jump to search
Lev Aleksandrovič Mej

Lev Aleksandrovič Mej (in russo: Лев Алекса́ндрович Мей?) (Mosca, 13 febbraio 182216 maggio 1862) è stato un poeta e drammaturgo russo.

Fu vicino agli slavofili della rivista Il moscovita, alla quale collaborò sino al 1853. Poeta di vasta cultura, notevole per delicato lirismo e raffinatezza di linguaggio, compose versi su temi biblici (il poema Giuditta, 1855), su motivi classici (Frine, Galatea, La danzatrice, 1849-60; e il dramma in versi Servilia) e su temi antico-slavi, dove manifestò tutto il suo talento in rifacimenti e traduzioni in russo moderno di antiche byliny e canti storici (Volchov, Canto della schiera di Igor, 1841-50) e in drammi su vari episodi di storia russa (La fidanzata dello zar, 1849; La fanciulla di Pskov, 1859), entrambi musicati da Nikolaj Rimskij-Korsakov).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22940606 · ISNI (EN0000 0001 1045 2017 · LCCN (ENn82059398 · GND (DE118940732 · BAV ADV12614645