Lenny Breau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Lenny Breau
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
Canada Canada
GenereFusion
Jazz
Country
Flamenco
Periodo di attività musicale1956 – 1984
Strumentochitarra
EtichettaRCA, Sound Hole, Adelphi, Genes, Tudor Records
Sito ufficiale

Leonard Harold "Lenny" Breau (Auburn, 5 agosto 1941Los Angeles, 12 agosto 1984) è stato un chitarrista statunitense naturalizzato canadese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Breau è nato in Maine in una famiglia di origine canadese francofona. Intorno al 1957 si è trasferito con la famiglia in Canada e in particolare a Winnipeg. Per l'avvio della sua carriera è stato importante il contributo di Chet Atkins, che lo adottò come pupillo.[1]

Utilizzava una chitarra a sette corde e il plettro al pollice e questi accorgimenti gli permisero di raggiungere livelli molto alti di tecnica armonica.[2]

Nel 1984, a soli 43 anni, fu trovato strangolato nella piscina della sua casa di Hollywood. I motivi della sua morte sono tuttora oscuri.[2]

Discografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

  • 1968 – Guitar Sounds from Lenny Breau
  • 1969 – The Velvet Touch of Lenny Breau - Live!
  • 1978 – Minors Aloud (con Buddy Emmons)
  • 1979 – The Legendary Lenny Breau... Now!
  • 1979 – Lenny Breau
  • 1979 – Five O'Clock Bells
  • 1981 – Mo' Breau
  • 1981 – Standard Brands (con Chet Atkins)
  • 1983 – Legacy
  • 1984 – When Lightn' Strikes
  • 1985 – Quietude Electric
  • 1986 – The Living Room Tapes, Vol. 1 (con Brad Terry)
  • 1988 – Last Sessions
  • 1990 – The Living Room Tapes, Vol. 2 (con Brad Terry)
  • 1995 – Live at Bourbon St.
  • 1997 – Cabin Fever
  • 1997 – Chance Meeting
  • 1998 – Boy Wonder
  • 2000 – Live at Donte's
  • 2001 – Pickin' Cotten (con Richard Cotten)
  • 2003 – The Complete Living Room Tapes (con Brad Terry)
  • 2003 – The Hallmark Sessions
  • 2004 – At the Purple Onion (con Don Francks & Eon Henstridge)
  • 2014 – LA Bootleg 1984

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lenny Breau, un genio sfortunato, accordo.it.
  2. ^ a b LENNY BREAU, guitarlist.it.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN33663126 · ISNI (EN0000 0000 7876 9961 · LCCN (ENn93000587 · GND (DE13230452X · BNF (FRcb14158828f (data)