Lago di Varano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il lago della Brianza noto anticamente come "lago di Varano", vedi Lago di Comabbio.
Lago di Varano
Lake - Lago di Varano.jpg
Panoramica del lago.
StatoItalia Italia
Regione  Puglia
Provincia  Foggia
Coordinate41°52′45″N 15°44′46″E / 41.879167°N 15.746111°E41.879167; 15.746111
Dimensioni
Superficie60,5 km²
Lunghezza10 km
Larghezzakm
Profondità massimam
Profondità media3 m
Sviluppo costiero33 km
Idrografia
OrigineLago costiero
Emissari principali2
Mappa di localizzazione: Italia
Lago di Varano
Lago di Varano

Il lago di Varano è un lago pugliese appartenente per intero alla provincia di Foggia diviso tra i comuni di Cagnano Varano, Carpino ed Ischitella. Con una superficie di circa 60,5 km² risulta essere il maggiore lago costiero italiano, oltre ad essere il settimo lago della penisola e il più grande dell'Italia meridionale.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Vista del lago

Situato sulla costa settentrionale della penisola garganica, è tradizionalmente chiamato lago, anche se si tratta di una laguna ed è dunque un bacino di acqua salata, pur presentando una salinità di circa un terzo inferiore a quella del vicino mare Adriatico.[1] Scavato nella massa calcarea garganica, tra il promontorio di Monte Devio e la punta di Rodi Garganico, ha forma vagamente trapezoidale che si estende per una larghezza di circa 10 km, risultando incassato all'interno del promontorio garganico per circa 7 km.

Il suo perimetro misura circa 33 km, la sua superficie è pari a 60,5 km² e la profondità delle acque varia da 2 a circa 5 metri (con una media di 3 metri), a seconda dei luoghi, man mano che ci si allontana dalla riva verso il centro del bacino.

A nord è separato dal mare Adriatico da una strettissima linea di terra, chiamata “isola”, lunga circa 10 km e larga 1 km, coperta di pini, eucalipti e altre piante.

Il lago è alimentato da due sorgenti sotterranee e comunica con il mare Adriatico tramite due canali: la foce di Varano e la foce di Capojale.

Le acque del lago bagnano i territori comunali di Cagnano Varano, Carpino e Ischitella, ma nessun centro abitato si affaccia direttamente sullo specchio lacustre.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel I secolo d.C., secondo la documentazione di Plinio il Vecchio, al posto dell'attuale lago esisteva solo un'insenatura (o un golfo) chiamato dal naturalista latino Seno Uriano.

La formazione di un cordone litoraneo, avvenuta ad opera delle correnti marine e dei venti che hanno trasportato i detriti dai fiumi che hanno foce nel medio Adriatico, ha chiuso quest'insenatura marina facendo nascere in tal modo il "lago" di Varano.

La formazione del lago è databile intorno a l'anno 1000.[2] Nel 1158 il lago viene citato per la prima volta nella bolla del pontefice Adriano IV.[3]

Riserva naturale Isola di Varano[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Riserva naturale Isola di Varano.

Sulla stretta striscia costiera che separa il lago dal mare Adriatico è istituita, dal 1977, una riserva naturale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ NAUTICA REPORT, su nauticareport.it. URL consultato il 20 marzo 2021.
  2. ^ Lago Varano (PDF), su carabinieri.it.
  3. ^ LA LEGGENDARIA E “INTROVABILE” CITTA’ DI URIA SUL GARGANO, su Rete Gargano. URL consultato il 27 gennaio 2023.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN304914212