La quinta donna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La quinta donna
Titolo originaleDen femte kvinnan
AutoreHenning Mankell
1ª ed. originale1996
1ª ed. italiana1999[1]
GenereRomanzo
SottogenereGiallo, noir scandinavo
Lingua originalesvedese
AmbientazioneAlgeria e Svezia, 1993-1994
ProtagonistiKurt Wallander
SerieLe inchieste del commissario Wallander
Preceduto daLa falsa pista
Seguito daDelitto di mezza estate

La quinta donna (titolo originale Den femte kvinnan) è un romanzo giallo dello scrittore svedese Henning Mankell pubblicato in Svezia nel 1996.

È la sesta storia della saga dell'ispettore di polizia Kurt Wallander ed è ambientata in Algeria nel 1993 e a Ystad, Svezia nel 1994.

La prima edizione italiana del romanzo è stata pubblicata nell'anno 1999[1] da Marsilio.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Algeria, nel maggio 1993 una turista svedese viene uccisa da alcuni fondamentalisti islamici assieme a quattro suore, ma la polizia locale decide di insabbiare la vicenda temendo ripercussioni.

In Svezia, nel settembre 1994 viene ritrovato il cadavere di un anziano signore. Sembra essere caduto in una fatale trappola: il corpo, su cui hanno banchettato un branco di corvi, è infatti trapassato da canne di bambù. In seguito viene ritrovato il corpo di un fiorista strangolato e legato ad un albero nel bosco. Infine, il cadavere in un ricercatore universitario riemerge tra le acque di un lago, chiuso in un sacco. Il commissario Kurt Wallander inizierà così le indagini scoprendo che la tecnica utilizzata per gli omicidi riconduce ad un unico killer. Non emergono però né legami tra le vittime, né moventi degli omicidi. Assieme alla nuova collega Ann-Britt Hoglund, Wallander si troverà così costretto a districare una matassa il cui filo collega il passato di tutte le vittime.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Henning Mankell, La quinta donna, traduzione di Giorgio Puleo, Marsilio, 1999. ISBN 88-317-6953-7.
  • Henning Mankell, La quinta donna, traduzione di Giorgio Puleo, RL Libri, 2002. ISBN 88-462-0259-7.
  • Henning Mankell, La quinta donna, traduzione di Giorgio Puleo, Marsilio, 2006. ISBN 88-317-8782-9.
  • Henning Mankell, La quinta donna, traduzione di Giorgio Puleo, Marsilio, 2009. ISBN 978-88-317-9744-3.
  • Henning Mankell, La quinta donna, traduzione di Giorgio Puleo, Marsilio, 2010. ISBN 978-88-317-0669-8.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Catalogo SBN, su opac.sbn.it.
Giallo Portale Giallo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di giallo