La peste scarlatta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La peste scarlatta
Titolo originaleThe Scarlet Plague
Altri titoliIl morbo scarlatto
AutoreJack London
1ª ed. originale1912
Genereromanzo
Sottogenerepost apocalittico
Lingua originale inglese
AmbientazioneStati Uniti, 2073

La peste scarlatta o Il morbo scarlatto (The Scarlet Plague) è un romanzo breve post-apocalittico di Jack London pubblicato originariamente sul giornale The London Magazine nel 1912. Si tratta di un testo visionario in cui l'autore anticipa temi destinati ad avere larga diffusione nei decenni successivi.

È stato pubblicato in italiano per la prima volta nel 1927.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

2013, sessant'anni dopo che una inarrestabile pestilenza, la "morte rossa", ha eliminato gran parte della popolazione umana e fatto ripiombare i pochi sopravvissuti nell'età della pietra, James Howard Smith, un vecchio tra i pochi superstiti nell'area di San Francisco negli Stati Uniti, racconta come andarono le cose ai nipoti inselvatichiti dei sopravvissuti, cercando di impartire loro una lezione di saggezza e di conoscenza.

Edizioni[modifica | modifica wikitesto]

(elenco parziale)

  • Jack London, La peste scarlatta, Adelphi, 2009, pp. 94, ISBN 88-459-2411-4.
  • Jack London, La peste scarlatta, Ortica editrice, 2013, (contiene 'La peste scarlatta' e 'Un frammento curioso') ean 13: 9788897011279

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Edizioni di La peste scarlatta, su Catalogo Vegetti della letteratura fantastica, Fantascienza.com. (aggiornato fino al gennaio 2010)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]