La città infernale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La città infernale
Titolo originaleThe Infernal City
AutoreGregory Keyes
1ª ed. originale2009
Genereromanzo
Sottogenerefantasy
Lingua originale inglese

La città infernale è un romanzo fantasy scritto da Gregory Keyes e ambientato nel mondo immaginario della serie di videogiochi The Elder Scrolls.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Le vicende narrate si svolgono a Tamriel, quarant'anni dopo le vicende narrate nel videogioco The Elder Scrolls IV: Oblivion, ovvero dopo la crisi di Oblivion e la morte dell'imperatore Uriel Septim VII.[1] un nuovo imperatore siede sul trono di Tamriel, Titus Mede; egli ha un figlio, Attrebus.[2] Il continente è minacciato da un'antica città maledetta che fluttua nell'aria, Umbriel: al suo passaggio le persone muoiono e ritornano alla vita come non morti;[1] Intanto un variegato gruppo di eroi si va costituendo con l'intenzione di fermare la minaccia causata da Umbriel.[2] Esso è composto dal principe Attrebus, dalla diciassettenne Annaig, da una spia inviata da alcuni cospiratori e da un mago.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]