La casa de las flores

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La casa de las flores
La casa de las flores.jpg
Titolo originaleLa casa de las flores
PaeseMessico
Anno2018 – in produzione
Formatoserie TV
Generecommedia drammatica
Stagioni1
Episodi13
Durata27–37 min (episodio)
Lingua originalespagnolo
Rapporto16:9
Crediti
NarratoreClaudette Maille
IdeatoreManolo Caro
RegiaManolo Caro
Interpreti e personaggi
Produttore esecutivoMariana Arredondo, María José Córdova, Rafael Ley, Stacy Perskie
Prima visione
Distribuzione originale
Dal10 agosto 2018
Alin corso
DistributoreNetflix
Distribuzione in italiano
Dal10 agosto 2018
Alin corso
DistributoreNetflix

La casa de las flores è una serie televisiva messicana creata e diretta da Manolo Caro. La serie rappresenta una famiglia disfunzionale messicana di alta classe che possiede un prestigioso negozio di fiori e affronta anche temi sociali come l'omosessualità e transessualità.[1] Ha debuttato il 10 agosto 2018 in tutti i paesi in cui il servizio video on demand Netflix è disponibile.[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La serie è incentrata sulla storia di una famiglia di fioristi, apparentemente di successo e dallo stile di vita idilliaco, ma in realtà piena di scomodi segreti. Un giorno, il patriarca si rende conto che la sua amante è morta improvvisamente e decide di portare i suoi figli con sé a casa sua, con la moglie e l'attuale famiglia, che non sapeva della sua esistenza. La serie esplora la necessità di proteggere e perdonare i propri cari, non importa quanto scomoda possa essere.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Episodi Pubblicazione Messico Pubblicazione Italia
Prima stagione 13 2018 2018

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (ES) Netflix se vuelve más inclusivo e incluyente, su milenio.com, 24 giugno 2018. URL consultato il 10 agosto 2018.
  2. ^ TELEFILM NEWS: servizi streaming, su antoniogenna.net. URL consultato il 10 agosto 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]