L'ultimo Yankee

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
L'ultimo Yankee
Dramma in due atti
AutoreArthur Miller
Titolo originaleThe Last Yankee
Lingua originaleInglese
Prima assoluta5 gennaio 1993
New York City Center Stage II (New York)
Prima rappresentazione italiana24 giugno 1994
Teatro San Nicolà (Spoleto)
Personaggi
  • John Frick
  • Karen Frick
  • Leroy Hamilton
  • Patricia Hamilton
  • Paziente
 

L'ultimo Yankee (The Last Yankee) è un'opera teatrale del drammaturgo statunitense Arthur Miller, debuttato a New York nel 1993. Il dramma era stato precedentemente presentato due anni prima in una versione ridotta della durata di soli venti minuti all'Ensemble Studio Theatre.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In un ospedale psichiatrico, due donne ricevono le visite dei mariti. Leroy e Patricia Hamilton sono sposati da molti anni e hanno avuto sette figli, mentre John e Karen Frick non riescono a concepire. Il primo atto vede i due uomini nella sala d'attesa dell'istituto pscichiatrico. Patricia entra ed esce da ospedali da anni e Leroy ci ha ormai fatto l'abitudine, mentre John fa fatica ad accettare la malattia mentale della moglie, ricoverata da pochissimo. Intanto, Patricia e Karen hanno fatto amicizia ed hanno paura di separarsi ora che la prima si sente abbastanza in sé da poter essere finalmente dimessa.

Storia degli allestimenti[modifica | modifica wikitesto]

Una prima versione del dramma, della durata di venti minuti, andò in scena nel giugno 1991 all'Ensemble Studio Theatre di New York e vedeva come protagonisti solo John Frick e Leroy Hamilton nella sala d'attesa dell'ospedale psichiatrico, in attesa in vedere le rispettive mogli. I due non potrebbero essere più diversi: John è un rampante capitalista che ha costruito una vita agevole per sé e per la moglie, mentre Leroy è un povero falegname che fatica a mantenere la moglie e i sette figli. L'unica cosa che i due hanno in comune è la fatica nell'accettare la malattia mentale delle mogli.[2]

La versione definitiva de L'ultimo Yankee fu messa in scena al New York City Center Stage II, dove rimase in cartellone per 64 repliche dal 5 gennaio al 7 marzo 1993.[3] John Tilliger curava la regia, mentre il cast comprendeva Tom Aldredge (John), Frances Conroy (Patricia), Rose Gregorio (Karen), John Heard (Leroy) e Charlotte Maier (paziente). Particolarmente apprezzata fu l'interpretazione della Conroy, che le valse l'Obie Award.[4]

La prima britannica andò in scena contemporaneamente all'esordio newyorchese, con repliche a partire dal 26 gennaio al Young Vic. David Thacker curava la regia, mentre il cast annoverava Helen Burns, Peter Davison, Zoe Wanamaker, David Healy e Bethany Hanson. Il dramma ebbe un buon successo di critica e pubblico e, al termine delle repliche al Young Vic fu immediatamente trasferito nel più commerciale West End.[5][6] La pièce fu candidata al Laurence Olivier Award alla migliore nuova opera teatrale e per la sua interpretazione la Burns vinse il Laurence Olivier Award alla miglior attrice non protagonista.[7]

John Crowther diresse la prima italiana de L'ultimo Yankee, prodotta da Carla Romanelli al Festival dei Due Mondi di Spoleto nel 1994 in una traduzione di Masolino d'Amico.[8] La Romanelli recitava nella parte di Patricia, accanto a Isa Barzizza, Daniela Poggi, Ray Lovelock e Glauco Onorato.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Alice Griffin, Understanding Arthur Miller, Univ of South Carolina Press, 1996, ISBN 9781570031014. URL consultato il 29 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Neil Carson, Arthur Miller, Macmillan International Higher Education, 25 aprile 2008, ISBN 9781137021410. URL consultato il 29 giugno 2019.
  3. ^ (EN) Christopher Bigsby, The Cambridge Companion to Arthur Miller, Cambridge University Press, 22 aprile 2010, ISBN 9781139826228. URL consultato il 29 giugno 2019.
  4. ^ Revised 'Last Yankee,' With Focus on Wives, su archive.nytimes.com. URL consultato il 29 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Daniel Rosenthal, The National Theatre Story, Oberon Books, 7 novembre 2013, ISBN 9781849439435. URL consultato il 29 giugno 2019.
  6. ^ (EN) Susan C. W. Abbotson, Critical Companion to Arthur Miller: A Literary Reference to His Life and Work, Infobase Publishing, 2007, ISBN 9781438108384. URL consultato il 29 giugno 2019.
  7. ^ (EN) Studies in American Drama, 1945-present, Philip C. Kolin and Colby H. Kullman, 1993. URL consultato il 29 giugno 2019.
  8. ^ Lettera dall'Italia, Istituto della Enciclopedia Italiana, 1994. URL consultato il 29 giugno 2019.
  9. ^ Sipario, Sipario, 1994. URL consultato il 29 giugno 2019.