Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kochab

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
β Ursae Minoris
Posizione della stella nella costellazionePosizione della stella nella costellazione
Classificazione Gigante arancione
Classe spettrale K4 III
Distanza dal Sole 126 a.l.
Costellazione Orsa Minore
Coordinate
(all'epoca J2000.0)
Ascensione retta 14h 50m 42,3s
Declinazione +74° 9′ 20″
Dati fisici
Diametro medio 56 990 000 km
Raggio medio 42[1] R
Massa
Velocità di rotazione ~17 km/s
Temperatura
superficiale
4 030 K (media)
Luminosità
Indice di colore (B-V) 1,47
Età stimata ~108 anni
Dati osservativi
Magnitudine app. 2,07
Magnitudine ass. −0,88
Parallasse 25,79 ± 0,52 mas
Moto proprio AR: −32,29 mas/anno
Dec: 11,91 mas/anno
Velocità radiale +16,8 km/s
Nomenclature alternative
Kochab, Kocah, β UMi, 7 UMi, Al Kaukab Al Shamaliyy, HR 5563, BD +74 595, HD 131873, GCTP 3373,00, SAO 8102, FK5 550, HIP 72607

Kochab (β UMi / β Ursae Minoris / Beta Ursae Minoris), è la seconda stella più luminosa della costellazione dell'Orsa Minore. L'origine del nome non è del tutto certa; varie volte è stata associata con la parola in ebraico che significa stella, ma altri sostengono che derivi dall'arabo الكوكب (al-kawkab) che significa semplicemente "la stella". Il nome completo che gli antichi astronomi arabi davano alla stella era Al Kaukab al Shamaliyy, che significa la "stella del nord".

Osservazione[modifica | modifica wikitesto]

Kochab si trova nella costellazione a 16 gradi da Polaris, ed assieme alla vicina Pherkad (γ UMi) sono facilmente visibili ad occhio nudo; entrambe sono state in coppia dal 1500 sino al 500 a.C. la stella che segnava il polo nord celeste, anche se nessuna stella è stata così vicina al polo nord celeste come lo è ora Polaris. A causa del moto di precessione degli equinozi, subito prima di Kochab la stella polare fu Thuban.

Data la sua declinazione, Kochab risulta visibile solo nell'emisfero boreale e in una stretta fascia dell'emisfero australe nei pressi dell'equatore, più a nord della latitudine 15° S, mentre nell'emisfero nord diventa circumpolare già alla latitudine 15° N. La sua magnitudine pari a 2,07 le permette di essere facilmente individuata anche da centri urbani di dimensioni medie.

Caratteristiche fisiche[modifica | modifica wikitesto]

Dalla parallasse misurata da Hipparcos si può dedurre la distanza della stella, pari a circa 131 anni luce da Terra[3]. Kochab è una gigante arancione di classe spettrale K4III e di magnitudine apparente 2,1; ha una massa stimata in 2,2 volte quella solare[4], la temperatura superficiale è di 4 030 K e, con un raggio 42 volte quello del Sole, è 390 volte più luminosa della nostra stella[1]. Kochab è classificata come stella variabile, sono state osservate oscillazioni della sua luminosità in un periodo di 4,6 giorni[4], sul database dell'AAVSO le sue fluttuazioni sono comprese tra le magnitudini 4,02 e 4,08[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Piau, L. et al., Surface convection and red-giant radius measurements in Astronomy and Astrophysics, vol. 526, A100, febbraio 2011.arΧiv:1010.3649
  2. ^ Gondoin, P., Evolution of X-ray activity and rotation on G-K giants in Astronomy and Astrophysics, vol. 352, dicembre 1999, pp. 217–227.
  3. ^ Extended Hipparcos Compilation (XHIP) (Anderson+, 2012)
  4. ^ a b Tarrant, N. J. et al., "Oscillations in β Ursae Minoris. Observations with SMEI" in Astronomy and Astrophysics, vol. 483, nº 3, giugno 2008, pp. L43–L46, DOI:10.1051/0004-6361:200809738.
  5. ^ AAVSO International Variable Star Index VSX (Watson+, 2006-2012)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

stelle Portale Stelle: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di stelle e costellazioni