Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Kenji Doihara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kenji Doihara
1944 doihara kenji.jpg
Kenji Doihara nel 1944
8 agosto 1883 – 23 dicembre 1948 (65 anni)
Soprannome "il Lawrence della Manciuria"
Nato a Tokyo
Morto a Tokyo
Cause della morte Impiccagione
Dati militari
Paese servito Flag of Japan (1870-1999).svg Impero giapponese
Forza armata War flag of the Imperial Japanese Army.svg Esercito imperiale giapponese
Corpo Fanteria
Anni di servizio 1904-1945
Grado Generale
Guerre Intervento in Siberia
Seconda guerra sino-giapponese
Seconda guerra mondiale
Campagne Invasione giapponese della Manciuria
Comandante di 14ª Divisione
5ª Armata
Esercito della settima area
"fonti nel corpo del testo"
voci di militari presenti su Wikipedia

Kenji Doihara, in giapponese 土肥原 賢二 (Okayama, 8 agosto 1883Tokyo, 23 dicembre 1948), è stato un generale dell'Esercito Imperiale Giapponese, uno dei pianificatori dell'invasione della Manciuria.

Era soprannominato il Lawrence della Manciuria.

Ricoprì numerosi e svariati incarichi nell'abito dell'esercito: fu a capo del Servizio Speciale in Manciuria (dal settembre 1931), addetto allo Stato Maggiore dell'Esercito del Kwangtung (1933), consigliere capo del Governo Provvisorio della Cina; Comandante della V Armata in Manciuria (1938 - 1940), membro del Consiglio Supremo della Guerra (1940-1943), Ispettore Generale dell'Aeronautica Imperiale (1941), comandante in capo dell'Esercito dell'Est in Giappone (1943).

Nel 1945, verso la conclusione della seconda guerra mondiale, ritornò in Giappone dove ricoprì l'incarico di Ispettore Generale dell'addestramento militare, una delle posizioni più prestigiose all'interno dell'esercito.

Dopo la resa del Giappone fu catturato dalle forze di occupazione ed accusato di crimini di guerra durante il Processo di Tokyo. Riconosciuto colpevole, fu condannato alla pena capitale tramite impiccagione presso la prigione di Sugamo.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN11373985 · LCCN: (ENn87884141 · BNF: (FRcb16519257r (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie