Kelme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'omonima squadra ciclistica, vedi Kelme (ciclismo).
Kelme
Logo
StatoSpagna Spagna
Fondazione1977
Fondata daDiego Quiles
José Quiles
Sede principaleElche
GruppoTirant Inversión FCR
Persone chiaveCarlos García Cobaleda (Presidente)[1]
SettoreTessile
Prodotti
  • abiti sportivi
  • equipaggiamento sportivo
Fatturato13,5 mln. [2] (2011)
Slogan«Nunca te rindas»
Sito web

La Kelme è un'azienda multinazionale spagnola di abbigliamento sportivo, con sede ad Elche.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fondata nel 1977 da Diego e José Quiles, produce calzature e abbigliamento sportivo. La sede principale è a Elche, nella provincia di Alicante. L'azienda ha una diffusione a livello mondiale, avendo ampliato la propria distribuzione oltre all'Europa anche in India[3], Brasile[4], Indonesia, Corea del Sud[5]. Ha delle filiali negli Stati Uniti, e nel 1995 ha avviato la produzione in Russia[6].

Dal 2008 la Kelme è controllata da Tirant Inversión, venture capital che dopo una complessa operazione finanziaria ha acquisito l'azienda che versava in condizioni di difficoltà. Nel 2011 la Kelme ha fatturato 13,5 milioni di euro[2]. L'azienda entrò in crisi all'inizio degli anni duemila. Nel 2002 la Generalitat Valenciana guidata dal Partito Popolare concesse un credito di 9 milioni per tentare di salvare la Kelme[7][8]; l'azienda (controllata dal governo valenciano) stilò un piano pluriennale che le consentisse una ripresa[9]. Nell'aprile 2008 fu poi acquisita da Tirant Inversión.

Prima della crisi degli anni duemila, la Kelme conobbe momenti di ampia popolarità: nel 1992 sponsorizzò la Spagna ai Giochi olimpici[10]; fu sponsor tecnico del Real Madrid dal 1994 al 1998[11] e del Torino Calcio dal 1996 al 2001; diede vita all'omonima squadra ciclistica nel 1980.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Bloomberg BusinessWeek, Company Overview of Kelme International. URL consultato il 16 luglio 2012.
  2. ^ a b (ES) Kelme es nuestra joya de la corona; hace tres años estaba muerta y este equipo ha logrado que sobreviva, in Diario Información, 5 febbraio 2012. URL consultato il 16 luglio 2012.
  3. ^ (ES) Kelme entra en India con su primera tienda propia, in Modaes. Noticias económicas de moda, 24 gennaio 2012. URL consultato il 16 luglio 2012.
  4. ^ (ES) Kelme se adentra en Brasil de la mano de la cadena local Centauro, in Modaes. Noticias económicas de moda, 23 aprile 2012. URL consultato il 16 luglio 2012.
  5. ^ (ES) Kelme prosigue su crecimiento internacional en Indonesia y Corea del Sur, in Modaes. Noticias económicas de moda, 3 marzo 2012. URL consultato il 16 luglio 2012.
  6. ^ (ES) David Cerdan, El imperio de Kelme se tambalea, in El País, 6 luglio 2003. URL consultato il 16 luglio 2012.
  7. ^ (ES) David Cerdan, La Generalitat salva a Kelme, in El País, 26 maggio 2002. URL consultato il 16 luglio 2012.
  8. ^ Daniel Gómez Amat, La Patria Del Gol: Fútbol y Política en el Estado Español, Alberdania, 2007, pp. 225 e ss..
  9. ^ (ES) Rosa Biot, Kelme se ata los cordones, in El País, 9 settembre 2007. URL consultato il 16 luglio 2012.
  10. ^ (ES) Las marcas de España en conflicto por los Juegos Olímpicos, in Modaes. Noticias económicas de moda, 7 maggio 2012. URL consultato il 16 luglio 2012.
  11. ^ (EN) Kelme 35 years in the sport sector, kelme.com. URL consultato il 16 luglio 2012 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2012).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]