Karađorđević

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Karađorđević
Royal Coat of arms of Serbia (1882–1918).svg
StatoRegno di Serbia Regno di Serbia
Flag of Yugoslavia (1918–1941).svg Regno dei Serbi, Croati e Sloveni
Jugoslavia Jugoslavia
Casata di derivazioneObrenović
Titoli
  • Gran Vožd di Serbia
  • Principe di Serbia
  • Re di Serbia
  • Re di Jugoslavia
FondatoreKarađorđe Petrović
Ultimo sovranoPietro II di Iugoslavia
Attuale capoAlessandro II di Iugoslavia
Data di fondazione1804
Data di deposizione1945
La corona dei Karađorđević

I Karađorđević (in alfabeto cirillico serbo: Карађорђевић, in alfabeto latino normalmente traslitterato Karageorgevic) erano la dinastia regnante di Serbia, discendente da Karađorđe. Essi sono stati grandi feudatari della dinastia Obrenović. I Karađorđević persero il trono nel novembre del 1945 quando la Jugoslavia divenne una repubblica.

I membri regnanti furono:

Membri odierni non regnanti:

Tra Aleksandar e Pietro I ci furono Miloš Obrenović (18581860), fondatore della dinastia Obrenović, Mihailov Obrenović (18621868), Milan Obrenović (granduca 18681882 e re 18821889) e Aleksandar Obrenović (18891903); dopo l'assassinio di quest'ultimo, Petar Karađorđević fu incoronato re.

Pretendenti al trono[modifica | modifica wikitesto]

I Karađorđevic sono molto attivi in Serbia in molteplici modi e politicamente sostengono che la monarchia parlamentare costituzionale sarebbe la miglior soluzione per la stabilità, l'unità e la continuità della Serbia, che auspicano si sviluppi come paese democratico all'interno dell'Unione europea.

Il principe ereditario Alessandro II vive dal 2001 a Belgrado nel Palazzo Reale. Come figlio dell'ultimo re, Pietro II, che non abdicò mai, ha i pieni diritti di pretendente, anche se dice che la Serbia necessita prima di una piena democrazia, e poi di un sovrano. Il principe è infatti noto per le sue opinioni tolleranti e democratiche. Ha unito personalmente l'opposizione politica su parecchi importanti temi prima della caduta di Milošević e nel palazzo riceve tutti i capi religiosi del paese, dimostrando il proprio desiderio per il rispetto dei diritti umani e di una regolare democrazia.

I membri della casa reale sono molto dediti ad attività umanitarie: la principessa ereditaria Caterina ha una Fondazione Umanitaria e suo marito Alessandro ha una propria Fondazione per la Cultura e l'Educazione, le cui attività includono borse di studio, campi estivi ed altro.

La residenza ufficiale dell'erede al trono Alessandro è la villa reale Beli Dvor situata nel sobborgo reale di Dedinje a Belgrado.

Serbia e Jugoslavia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Karađorđevic era inizialmente la Casa Reale di Serbia, poi la Casa Reale dei Serbi, Croati e Sloveni ed infine la Casa Reale di Jugoslavia, e con questa denominazione hanno regnato fino alla caduta della monarchia. Nel 2006 la Jugoslavia si è dissolta in seguito ad una serie di avvenimenti iniziati nel 1990 e ciò ha portato a far ereditare alla Serbia i diritti e gli obblighi del precedente stato. Di conseguenza, il principe Alessandro è per diritto Principe Ereditario di Jugoslavia e di Serbia, lo stato sovrano che ha preso il posto della Repubblica Federale di Jugoslavia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN879024 · GND (DE121808483 · CERL cnp00566562
Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia