Jurij Nikolaevič Rerich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Jurij Nikolaevič Roerich)
Jump to navigation Jump to search
Jurij Rerich nel 1938

Jurij Nikolaevič Rerich (in russo: Юрий Николаевич Рерих?; Okulovka, 16 agosto 1902Mosca, 21 maggio 1960) è stato un orientalista, linguista ed etnografo russo e sovietico. In alcune fonti lo si trova come Rërich (Рёрих) o Roerich.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'antropologo Nikolaj Rerich, studiò a San Pietroburgo dal 1914 al 1917. Visse poi in Finlandia con i genitori fino al 1919; successivamente studiò lingue orientali all'Università di Londra e conseguì la laurea in filologia indiana ad Harvard. A Cambridge partecipò poi ad un circolo per lo studio dell'Agni yoga, una disciplina esoterica legata a pratiche occulte.[1]

Nel 1922-1923 lavorò presso i dipartimenti centro-asiatico, indicato e mongolo-tibetano dell'Università di Parigi, mentre tra il 1924 e il 1925 condusse un lavoro di ricerca in India, nel Sikkim e nel Kashmir e studiò la lingua tibetana e il sanscrito. Nei tre anni successivi prese parte alla spedizione in Asia centrale guidata dal padre, a seguito della quale scrisse numerose opere con resoconti di viaggio e trattati di linguistica e arte.[2]

Dal 1930 al 1942 diresse l'Istituto di ricerche himalaiane Urusvati a Naggar.[3] In questo periodo partecipò ad altre spedizioni nel Tibet occidentale, in Giappone, Manciuria, Mongolia, Cina. Dal 1949 tenne corsi di lingua cinese e tibetana a Kalimpong; fu inoltre membro della Società asiatica di Londra e di quella del Bengala.

Nel 1957 fece ritorno in Unione Sovietica ed entrò a far parte dell'Istituto di orientalistica dell'Accademia delle Scienze dell'URSS[3] come collaboratore del settore di storia e filosofia del dipartimento su India e Pakistan; nel 1958 fu insignito dal Consiglio dell'Istituto del titolo di Dottore delle Scienze (in russo: Доктор наук?, traslitterato: Doktor nauk) sulla base dei lavori pubblicati. Nel corso di quell'anno fu inserito all'interno del Consiglio dell'Istituto e di quelli della sezione filologica e dell'Istituto di sinologia.

A questo importante tibetologo russo dobbiamo una delle prime traduzioni integrali in lingua occidentale di un'opera tibetana: Gli Annali Blu (Blue Annals; in tibetano: དེབ་ཐེར་སྔོན་པོ, deb ther sngon po). Questo lavoro di Roerich fu pubblicato in lingua inglese dalla Royal Asiatic Society of Bengal tra il 1949 e il 1953. Alla traduzione collaborò l'erudito tibetano Dge ’dun chos ’phel. (དགེ་འདུན་ཆོས་འཕེལ, Gendun Chopel, 1903–1951).

Roerich morì per un attacco di cuore nel 1960 e fu sepolto presso il Cimitero di Novodevičij.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (RU) V. A. Rosov, Biochimičeskaja laboratorija v Gimalajach, in Ariavarta, n. 2, San Pietroburgo, 1998.
  2. ^ (RU) Rerich, Jurij Nikolaevič (1902-1960), pag. 1, su Meždunarodnyj centr Rerichov.
  3. ^ a b c (RU) Rerich, Jurij Nikolaevič (1902-1960), pag. 2, su Meždunarodnyj centr Rerichov.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN100308485 · ISNI (EN0000 0001 2145 3509 · LCCN (ENn85234577 · GND (DE121110435 · BNF (FRcb13520429p (data) · NDL (ENJA00454495 · WorldCat Identities (ENlccn-n85234577
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie