Julia Quinn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Julia Quinn nel 2016

Julia Quinn, pseudonimo di Julie Pottinger (1970), è una scrittrice statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuta a New York, Julia Quinn ha deciso di dedicarsi completamente alla scrittura dopo aver studiato medicina per pochi mesi e con già tre libri pubblicati.[1] I suoi romanzi sono stati tradotti in 29 lingue ed è apparsa nella lista dei best seller letterari stilata dal New York Times 19 volte.[2] Nel 2010 la scrittrice è stata introdotta nella Romance Writers of America Hall of Fame.[3] A luglio 2018 è stato annunciato che la sua serie di romanzi Bridgerton sarebbe stata adattata in una serie televisiva omonima prodotta da Shonda Rhimes.[4]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Serie Bridgerton[modifica | modifica wikitesto]

Gli otto romanzi sono stati pubblicati da Mondadori in formato digitale e cartaceo.[5] Il nono romanzo è stato pubblicato in formato digitale, mentre i singoli epiloghi sono stati inclusi nella versione cartacea degli otto romanzi precedenti.[6]

Lady Whistledown[modifica | modifica wikitesto]

L'arguta editorialista di gossip "Lady Whistledown" della serie Bridgerton lega insieme due antologie di novelle interconnesse:

I due racconti scritti da Julia Quinn sono stati pubblicati in Italia da Mondadori nel volume Altre cronache di Lady Whistledown con i titoli "36 biglietti d'amore" e "Il primo bacio". Il volume è incluso nell'edizione speciale di Il duca e io distribuita a febbraio 2022.[8]

Serie Rokesby[modifica | modifica wikitesto]

La saga è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale.

La serie Rokesby è considerata un prequel della serie Bridgerton, avendo come protagonisti gli antenati della stessa famiglia.

  • Tutta colpa di Sybilla (Because of Miss Bridgerton) (2016)[9]
  • Una dolcissima bugia (The Girl with the Make-Believe Husband) (2017)[10]
  • La carezza del vento (The Other Miss Bridgerton) (2018)
  • Due cuori e uno scandalo (First Comes Scandal) (2020)

Quartetto Smythe-Smith[modifica | modifica wikitesto]

La saga è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale.

La serie è considerata uno spin-off della serie Bridgerton, avendo come protagonisti i membri del quartetto Smythe-Smith, già citato nel romanzo Il visconte che mi amava.

  • Un amore perfetto (Just Like Heaven) (2011)
  • Una serata davvero speciale (A Night Like This) (2012)
  • Un bacio dopo l'altro (The Sum of All Kisses) (2013)
  • I segreti di Richard Kenworthy (The Secrets of Sir Richard Kenworthy) (2015)

Serie Bevelstoke[modifica | modifica wikitesto]

La saga è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale.

  • Il segreto di Miranda (The Secret Diaries of Miss Miranda Cheever) (2007)
  • Quella volta a Londra (What Happens in London) (2009)
  • Quello che amo di te (Ten Things I Love About You) (2010)

Two Dukes of Wyndham[modifica | modifica wikitesto]

La saga è inedita in Italia.

  • The Lost Duke of Wyndham (2008)
  • Mr. Cavendish, I Presume (2008)

Serie Agenti della Corona[modifica | modifica wikitesto]

La saga è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale.

  • La spia della Corona (To Catch an Heiress) (1998)
  • Io ti avrò (How To Marry a Marquis) (1999)

Lyndon Sisters[modifica | modifica wikitesto]

La saga è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale.

  • Promesse sotto la luna (Everything and the Moon) (1997)
  • La melodia del cuore (Brighter Than the Sun) (1997)

Trilogia Splendid[modifica | modifica wikitesto]

La trilogia è pubblicata in Italia da Mondadori in formato digitale e cartaceo.[5]

  • Meravigliosa (Splendid) (1995)
  • Danzando sotto le stelle (Dancing at Midnight) (1995)
  • Cieli di Cornovaglia - Le due sorelle (Minx) (1996)
  • La novella "A Tale of Two Sisters" in Where's My Hero? (2003, antologia scritta con Lisa Kleypas e Kinley MacGregor) è inclusa in Cieli di Cornovaglia - Le due sorelle.

The Lady Most...[modifica | modifica wikitesto]

La saga è inedita in Italia.

Altre novelle[modifica | modifica wikitesto]

Le novelle sono inedite in Italia.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Soggetto[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Claire E. White, A Conversation with Julia Quinn, su writerswrite.com. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  2. ^ (EN) Isolde Wehr, Pia Lammerhirt, Interview With Julia Quinn, su Die Romantische Buecherecke. URL consultato il 26 dicembre 2020 (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2007).
  3. ^ (EN) Francesca Del Campo, Serie Bridgerton, di Julia Quinn, esce per Oscar Mondadori, su libri.icrewplay.com. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  4. ^ (EN) Maureen Lee Lenker, Julia Quinn reflects on seeing her books come to life in Bridgerton, su ew.com, Entertainment Weekly. URL consultato il 26 dicembre 2020.
  5. ^ a b Julia Quinn - Scheda autore e Libri, su Libri Mondadori. URL consultato il 23 giugno 2022.
  6. ^ “Felici per sempre” di Julia Quinn – Oro Super 20, su i Romanzi Mondadori - Il Blog. URL consultato il 23 giugno 2022.
  7. ^ Quinn ha pubblicato sei "secondi epiloghi", uno ciascuno per Il visconte che mi amava, La proposta di un gentiluomo, Un uomo da conquistare, A sir Phillip con amore, Amare un libertino e Tutto in un bacio come ebook. La raccolta finale di otto secondi epiloghi - quei sei, più i secondi epiloghi di Il duca e io e Il vero amore esiste, oltre a una breve storia su Violet, la matriarca di Bridgerton - è stata pubblicata come Felici per sempre il 2 aprile 2013.
  8. ^ Il duca e io (edizione speciale in cofanetto) - Julia Quinn | Oscar Mondadori, su www.oscarmondadori.it. URL consultato il 23 giugno 2022.
  9. ^ Joyce Lamb, Exclusive excerpt: 'Because of Miss Bridgerton' by Julia Quinn, in USA Today, 22 febbraio 2016. URL consultato il 5 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale il 6 ottobre 2016).
  10. ^ The Girl with the Make-Believe Husband – Julia Quinn – Paperback, su harpercollins.com, HarperCollins. URL consultato il 5 ottobre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN85409446 · ISNI (EN0000 0001 2142 1013 · Europeana agent/base/61691 · LCCN (ENno97015459 · GND (DE128899115 · BNE (ESXX1672381 (data) · BNF (FRcb155178793 (data) · CONOR.SI (SL8011619 · WorldCat Identities (ENlccn-no97015459