José María Moscoso de Altamira

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
José María Moscoso de Altamira
I Conde de Fontao.jpg

Presidente del Senato della Spagna
Durata mandato 1837 –
1840
Monarca Isabella II
Predecessore Nuova creazione
Successore Ildefonso Díez de Rivera

Durata mandato 1844 –
1845
Monarca Isabella II
Predecessore Mauricio Carlos de Onís
Successore Manuel Pando Fernández de Pinedo

Presidente del Congresso dei deputati
Durata mandato 1º giugno 1821 –
21 giugno 1821
Monarca Giuseppe Bonaparte
Predecessore Antonio de la Cuesta
Successore Pedro González Vallejo

Dati generali
Suffisso onorifico Conte di Fontao

José María Moscoso de Altamira y Quiroga, I conte di Fontao (Mondoñedo, 25 maggio 1788Madrid, 1º marzo 1854), è stato un politico spagnolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era il figlio del colonnello José María Moscoso, e di sua moglie, doña María del Carmen Quiroga, nipote del Marchese di San Saturnino.

Studiò all'Accademia Reale di Segovia, insieme al fratello Joaquin, che morì nel 1811 nella battaglia di Albuera.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Allo scoppio della guerra d'indipendenza spagnola nel 1808, è stato nominato rappresentante della nobiltà di Lugo al Congresso di La Coruña e successivamente divenne comandante nel reggimento delle milizie di Mondoñedo, ma dovette abbandonarla e fuggì a Ferrol. Il 22 marzo 1812, è stato eletto come consigliere comunale di Mondoñedo, e il 1º settembre 1814, ne divenne il sindaco. Poco dopo si trasferì a Ferrol, dove è stato nominato nel 1820, il suo primo sindaco costituzionale.

Il 22 maggio 1820 è stato eletto deputato. Attivo nelle discussioni parlamentari è stato eletto Vice Presidente il 9 ottobre 1820 e il Presidente del Congresso dei deputati il 1º giugno 1821. Il 28 febbraio 1822 è stato nominato Ministro degli Interni nel governo di Francisco Martinez de la Rosa. Poco dopo è stato arrestato in Galizia. Con la restaurazione della monarchia assoluta nel 1823 il re Ferdinando VII lo mandò in esilio a Lugo. Nel mese di ottobre è stato nuovamente arrestato a Lugo per il suo ruolo nella rivolta del 1820, ma venne assolto.

Nel 1837 venne nominato primo Presidente del Senato della Spagna, carica che mantenne fino al 1845, e senatore a vita dal 24 agosto 1845[1] .

L'8 gennaio 1840 venne nominato Conte di Fontao.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Sposò, il 1º maggio 1817, María Antonia Taboada, signora di Bendoiro. Ebbero una figlia:

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Carlo III

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'onore - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Legion d'onore
Cavaliere dell'Ordine di Malta - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine di Malta

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN87244902