Johannes Numeister

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Commedia di Dante, edizione stampata in Foligno da Johann Numeister nel 1472, BML

Johannes Numeister (o Neumeister o Neunister; Magonza, metà del XV secoloLione ?, 1522 circa) è stato un tipografo tedesco ricordato per essere stato uno dei primi stampatori in Italia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Secondo una tradizione non confermata da fonti scritte, Johannes Numeister fu discepolo di Johannes Gutenberg ed aiutò il maestro nella stampa del Catholicon (1460). La prima data certa della sua biografia è il 1463, anno in cui scese in Italia stabilendosi a Foligno. Fece società con il fonditore Stefano di Magonza, che lo aveva preceduto a Foligno, e con Giovanni Papa, e nell'abitazione di Emiliano degli Orfini nel biennio 1470-1472 stampò a Foligno De Bello Italico adversus Gothos di Leonardo Bruni, le Epistolae ad familiares di Cicerone; nel 1472 fu stampata, col finanziamento di Evangelista Angelini di Trevi, la famosa prima edizione della Divina Commedia[1]: si tratta della prima opera in lingua italiana ad essere stata stampata. Nel 1473 Johannes Numeister, che non fu mai un uomo ricco, fu messo in prigione per debiti.

Ritornò evidentemente in Germania: una preziosa edizione illustrata delle Meditationes di Torquemada del 1479 reca il nome di Numeister e sembra essere stata stampata a Magonza; in questa edizione erano utilizzate in metallo le stesse incisioni preparate in legno per l'edizione romana di Ulrich Han del 1466[2]. La stessa edizione delle Meditationes apparve ad Albi (Francia) nel 1489[3]. Evidentemente Numeister si trasferì in Francia. Oltre ad alcune altre opere stampate ad Albi, il nome di Numeister si ritrova su altre due opere stampate a Lione fra cui un Messale, commissionatogli dall'arcivescovo Carlo II di Borbone, considerato fra i capolavori dell'arte tipografica[4]. L'ultima edizione che porta il suo nome è il cosiddetto Messale d'Uzès stampato a Lione nel 1495.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Copia anastatica dell'opera è stata realizzata nel 1996 dall'editore folignate Campi. Ogni anno, in occasione delle Celebrazioni dantesche organizzate dal Comune di Foligno, un artista contemporaneo personalizza l'anastatica con illustrazioni originali. Si veda il sito del Comune di Foligno.
  2. ^ Stephan Füssel, Gutenberg and the impact of printing; translated from the German by Douglas Martin, Aldershot: Ashgate, 2005, p. 65, ISBN 0-7546-3537-6
  3. ^ Matthieu Desachy (ed.), Incunables albigeois : les ateliers d'imprimerie de l'Aenas Sylvius (av. 1475-c.1480) et de Jean Neumeister (1481-1483), Rodez: Rouergue, 2005, Catalogo della mostra tenuta a Albi nel 2005, ISBN 2-84156-705-2
  4. ^ Marco Santoro (a cura di), Il libro a stampa: i primordi, Napoli: Società editrice napoletana, 1979, p. 118 e segg.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • «Johann Neumeister (o Numeister o Neunister), Johann». In: Enciclopedia Biografica Universale, Roma: Istituto dell'Enciclopedia Italiana, Vol. XIV, 2007, ad vocem (on-line)
  • Albert Schramm, Der Bilderschmuck der Frühdrucke, Vol. 14: Die Drucker in Mainz: 1. Fust und Schöffer. 2. Johann Numeister. 3. Peter Schöffer. Leipzig: Deutsches Museum für Buch und Schrift, 1931.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN18014506 · ISNI: (EN0000 0000 2056 4779 · GND: (DE118589008 · CERL: cnp00561207
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie