Johannes Loccenius

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
De jure maritimo et navali, 1652 (Milano, Fondazione Mansutti).

Johannes Loccenius, latinizzazione di Johan Locken (Itzehoe, 13 marzo 159827 luglio 1677) è stato un giurista tedesco.

Nato in Svezia, studia alle università di Amburgo, Rostock e Leida. Conseguito il titolo di dottorato, si trasferisce all'Università di Uppsala come docente di storia e politica. Nel 1634 diventa rettore della facoltà di politica e di retorica, dove resta fino al 1648. La sua opera storica principale è Historiae rerum svecicarum del 1662, mentre il Lexicon juris svevo-gothici (1651) e il De jure maritimo et navali (1652) sono i suoi lavori giuridici più rappresentativi. Johann Gottlieb Heineccius raccolse i suoi lavori in un volume sul diritto marittimo del 1740, come Scriptorum de iure nautico et maritimo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fondazione Mansutti, Quaderni di sicurtà. Documenti di storia dell'assicurazione, a cura di M. Bonomelli, schede bibliografiche di C. Di Battista, note critiche di F. Mansutti. Milano: Electa, 2011, p. 203.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59338273 · ISNI (EN0000 0001 2135 2070 · LCCN (ENn85356921 · GND (DE124638554 · BNF (FRcb14616813z (data) · BAV ADV10905202