Johann Nepomuk von Fuchs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Johann Nepomuk von Fuchs (Mattenzell, 15 maggio 1774Monaco di Baviera, 5 marzo 1856) è stato un chimico e mineralogista tedesco, noto per le sue ricerche su minerali e materiali inorganici, tra i quali il vetro solubile (1825).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nacque a Mattenzell, vicino a Dennberg nella foresta bavarese. Studiò medicina a Heidelberg e Vienna, quindi mineralogia e chimica a Friburgo e Berlino. Nel 1807 divenne professore di chimica e mineralogia all'Università di Landshut, e nel 1823 conservatore delle collezioni mineralogiche di Monaco, dove fu nominato professore di mineralogia dopo tre anni. Nel 1852 lasciò l'incarico e nel 1854 il re di Baviera gli conferì un titolo nobiliare. Il suo nome è noto soprattutto per le sue ricerche su minerali e materiali inorganici, tra i quali il vetro solubile (1825). Quest'ultimo argomento trovò applicazione nell'invenzione della stereocromia (1846), assieme a Josef Schlotthauer. Ha anche dato nome al minerale fuchsite.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ober den Einfluss der Chemie and Mineralogie, Monaco, 1824.
  • Die Naturgeschichte des Mineralreichs, Monaco, 1842.
  • Ober die Theorien der Erde, Monaco, 1844.
  • Bereitung, Eigenschaften und Nutzanwendung des Wasserglases, Monaco, 1857.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia dell'Ordine di Massimiliano per le Scienze e le Arti
— 1853

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22903849 · ISNI (EN0000 0000 1354 0269 · GND (DE116843993