Jean Pontas

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dictionarium casuum conscientiae, 1738 (Milano, Fondazione Mansutti).

Jean Pontas (Saint-Hilaire-du-Harcouët, 1638Parigi, 1728) è stato un teologo francese.

Originario della diocesi di Avranches, studia dai gesuiti prima a Rennes e poi a Parigi. Nel 1663 diventa sacerdote e si laurea in diritto canonico, trascorrendo l'intera vita nella capitale francese. Scrive diverse opere di teologia morale e ascetismo, tra cui il Dictionarium casuum conscientiae. L'opera riporta al suo interno un Index summorum pontificorum e un Index historicus auctorum, oltre a un'immensa serie di casi divisi in tre volumi. La prima edizione è del 1715, edita come Dictionnaire des cas de conscience in francese, fu poi tradotta in varie lingue. Autore della prefazione è il domenicano Daniele Concina. Pontas è ritenuto uno dei maestri della casistica del XVII secolo, come sostenitore della teoria per cui i comportamenti relativi a circostanze precise possono influire sulla norma morale, opponendosi al rigorismo e al lassismo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Fondazione Mansutti, Quaderni di sicurtà. Documenti di storia dell'assicurazione, a cura di M. Bonomelli, schede bibliografiche di C. Di Battista, note critiche di F. Mansutti. Milano: Electa, 2011, pp. 251-252.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN77233261 · ISNI (EN0000 0000 8157 9843 · LCCN (ENno99060544 · GND (DE12386304X · BNF (FRcb10251382s (data) · BAV ADV12100593