Jay Fai

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Raan Jay Fai
Jay Fai, bangkok 20180406.jpg
Jay Fai mentre cucina una omelette di gamberi sui carboni
StatoThailandia Thailandia
Fondazione1980 a Bangkok
Fondata daJay Fai
Sede principale327 Mahachai Road
SettoreRistorazione

Jay Fai (in thai: เจ๊ไฝ, conosciuto anche con il nome di Raan Jay Fai, "negozio di Jay Fai") è un ristorante street-food situato a Bangkok, il cui nome deriva dal soprannome del suo proprietario, Supinya Junsuta (สุภิญญา จันสุตะ).[1][2] Il ristorante serve principalmente piatti di pesce cucinati con il wok, ed è molto apprezzato ed amato, nonostante i suoi prezzi elevati. Nel 2018 ha ricevuto una stella nella Guida Michelin inaugurale di Bangkok .

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Jay Fai nacque nel 1945 da genitori cinesi immigrati in Thailandia, venditori di kuaitiao khua kai (in thai: ก๋วยเตี๋ยวคั่วไก่, "noodles di pollo"). Tuttavia, Fai non era una brava cuoca, e dovette imparare dalla sorella minore il mestiere. Lavorò come sarta per diversi anni, fin quando un incendio l'ha costretta a cucinare per vivere a circa trent'anni.[2][3][4]

Ha aperto il suo ristorante nel 1980, ed inizialmente serviva solo Congee e piatti di noodles come il kuaitiao khua kai e il rat na, basandosi sulle ricette della madre. Successivamente iniziò a sperimentare le proprie ricette, iniziando ad usare i frutti di mare nei suoi piatti ed ingredienti migliori e ricercati. Il progressivo miglioramento di Fai ha portato al ristorante un flusso costante di clientela, ed è tuttora uno dei più famosi della città.[3][4]

Luogo[modifica | modifica wikitesto]

Jay Fai, la proprietaria e chef del ristorante, nel 2013

Il ristorante di Fai è situato a Maha Chai Road. nel quartiere di Samran Rat, nel distretto di Phra Nakhon. È situato all'aperto ed è decorato a malapena, con delle piastrelle verdi sui muri e dei semplici tavoli e sgabelli per sedersi. La cottura dei piatti avviene al lato stradale del locale, dove i muri si aprono e creano uno spazio sufficiente per la tipica cottura sui carboni effettuata da Fai. La proprietaria lavora sei giorni a settimana come unico chef del locale, ed indossa dei caratteristici occhiali da sci mentre lavora.[5]

Jay Fai si procura gli ingredienti da diverse fonti, avendo motla cura sulla qualità. Ciò si ripercuote anche sui prezzi dei piatti, molto più alti di qualsiasi altro streed-food in zona. Il piatto tipico del locale è un'omelette di carne di granchio, il quale costo si aggira intorno ai 1.000 baht (circa 30 euro).[4][6]

Ricezione[modifica | modifica wikitesto]

Il ristorante è stato famoso tra gli appassionati di cibo per decenni. In una recensione del 1999, il critico gastronomico del Bangkok Post, Ung-aang Talay (Bob Halliday), ha descritto il locale come "uno dei sempre più rari Mozart del noodle che riesce a trasformare un piatto semplice in un vero capolavoro della cucina locale".[7] Una cliente famosa è stata Martha Stewart, che ha descritto Fai come "la miglior cuoca della Thailandia".[8]

Nel dicembre 2017, la Guida Michelin ha pubblicato la guida inaugurale di Bangkok 2018, nella quale il ristorante ha ricevuto una stella. Fu l'unico locale di street-food ad essere premiato, oltre ai pochi altri situati a Hong Kong e Singapore, per testimoniare la diversificazione dell'assegnazione delle stelle dalla guida, quasi esclusivamente a ristoranti raffinati.[9]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jay Fai si traduce in "sorella neo" per via del neo presente sul suo viso.
  2. ^ a b (EN) Diana Hubbell, Bangkok’s Most Expensive Street Food Is Totally Worth It, su Vice, 9 agosto 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.
  3. ^ a b (TH) เปิดคัมภีร์ “เจ๊ไฝ” “ดาวมิชลิน” สตรีตฟู้ดรายแรกของโลก, su prachachat.net, 10 dicembre 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.
  4. ^ a b c (TH) กัมปนาท กาญจนาคาร, เปิดใจ 'เจ๊ไฝ' ก่อนได้รับ 1 ดาวมิชลินสตาร์, su Forbes Thailand. URL consultato il 3 giugno 2019.
  5. ^ (EN) Oliver Holmes, ‘Don't they sell tyres?': Thai street food chef on life with a Michelin star, su The Guardian, 26 dicembre 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.
  6. ^ (TH) “เจ๊ไฝ” ประตูผี เผยเคล็ดไม่ลับ เมนูเด็ดไข่เจียวปูจานละ 800 คว้า 1 ดาว มิชลิน ไกด์ (คลิป), su khaosod.co.th. URL consultato il 3 giugno 2019.
  7. ^ Ung-aang Talay, Mozarts of the noodle pan: Great noodle shops of Bangkok, in Bangkok Post, 2 settembre 1999.
  8. ^ (EN) Jocelyn Gecker, Go For the Food: 2 famed noodle joints in Bangkok that happen to be on same street, su Calgary Herald, 2 settembre 2014. URL consultato il 3 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Oliver Holmes, 'Queen of Thai street food' wins Michelin star in Bangkok guide, su The Guardian, 6 dicembre 2017. URL consultato il 3 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]