Jah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altre voci che possono riferirsi alla stessa combinazione di 3 caratteri, vedi JAH.

Jah è un nome per Dio, usato comunemente nel Rastafarianesimo. Viene dall'ebraico יָהּ = Yah.

Nel Rastafarianesimo[modifica | modifica sorgente]

I rastafariani considerano Hailé Selassié I di Etiopia Cristo nella Sua seconda Venuta in Gloria come Re dei re. Riferendosi a lui con il titolo di Jah Rastafari, lo considerano appunto la personificazione terrena di Jah; questa è l'interpretazione biblica delle credenze Rasta. La Bibbia è infatti il riferimento e il fondamento per la fede Rastafariana.

Altri usi[modifica | modifica sorgente]

Jah (Yah) è spesso usato come abbreviazione per il nome Jahweh (o Yahweh). Per esempio, il termine Allelujah significa "lode a Jah." Nelle Indie orientali, la recente popolarità del reggae ha portato all'uso del nome "Jah", specialmente tra credenti di giovane età. Il termine è usato anche nel Christian hip hop, probabilmente per dimostrare le storiche affinità tra il rap e il reggae, da alcuni artisti come dal bianco KJ-52, l'Italiano Babaman (nella canzone Canto Nyabinghi)famoso in tutto il mondo e l'afroamericano Pigeon John dei LA Symphony. Anche i P.O.D. hanno reso celebri, in maniera controversa, alcuni termini Rastafariani come "Jah" tra i giovani cristiani. Secondo il gruppo, usano questi termini per riferirsi ad elementi della Bibbia. Canzoni come "The Messenjah" e "Without Jah, Nothin'" dall'album Satellite e "Strength of My Life" (con Matisyahu) da Testify usano esplicitamente termini Rastafariani comuni per descrivere elementi del Cristianesimo e dell'Ebraismo. Matisyahu stesso ha usato termini Rastafariani, particolarmente nell'album "Shake off the dust...Arise", ma non con la stessa intenzione.

Nel testo originale della Bibbia Ebraica, "Jah" è presente 26 volte singolarmente e 24 volte nel termine "Hallelujah."

Con origine egiziana, non ebraica[modifica | modifica sorgente]

Jah è anche una scrittura alternativa della divinità egiziana Iah. Alcuni pensano che ci sia un collegamento tra questo nome e il nome ebraico Jah.[1]

Riferimenti a Jah nella letteratura e nella cultura di massa[modifica | modifica sorgente]

Jah è citato in molte canzoni reggae:

  • Pass the Dutchie dei Musical Youth
  • molte canzoni di Bob Marley come Exodus, The Heathen
  • Jah work di Ben Harper
  • Jah Jah crown, Call up Jah e Dung A Babylon di Alborosie
  • Manifest del gruppo Fugees
  • Trenchtown Rockers dei Sublime
  • I' & 'I di Babaman presente nel album raggasonico

Anche il cantante milanese Babaman, il romano Brusco, il gruppo Villa Ada Posse ed i reggini Kalafro Sound Power citano Jah molte volte all'interno delle loro canzoni. L'artista reggae tedesco Gentleman lo cita nel titolo dell'album Journey to Jah e in diverse canzoni.

Il dio Jah è citato nel marchio d'abbigliamento Jah Bless You, che si rivolge ad un pubblico prevalentemente rastafariano e ai cultori della musica reggae.

Compare come personaggio non utilizzabile nel videogioco per MS-DOS Ganja Farmer, dove appare tra un livello e l'altro per motivare e rinfrancare il protagonista.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Cf. sitografia.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Reggae Portale Reggae: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Reggae