Jack Lisowski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Jack Lisowski
Jack Lisowski at Snooker German Masters (Martin Rulsch) 2014-01-29 04.jpg
Jack Lisowski nel 2014
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Biliardo Cue sports pictogram.svg
Specialità Snooker
Carriera
Carriera professionistica
Stagioni 2010-
Soprannome Jackpot
Ranking 13° (27 giugno 2020)
Miglior Ranking 11° (Giugno-Settembre 2019)
Risultati nei tornei della Tripla Corona
UK Championship 4T (2018)
Masters 1T (2019, 2020)
Campionato mondiale 2T (2018)
Titoli Ranking 0 (Miglior Risultato: Finale)
Riga Masters 2018
China Open 2019
Scottish Open 2019
Titoli Non-Ranking 0 (Miglior risultato: Finale)
Championship League 2019
Century break 184
Miglior break 147 (1)
UK Championship 2012 Q
Maggior vincita £90.000
China Open 2019
Statistiche aggiornate al 3 giugno 2020

Jack Lisowski (Cheltenham, 25 giugno 1991) è un giocatore di snooker inglese.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Diventato professionista nel 2010, è arrivato primo nella classifica PIOS 2009/2010.[2]

Negli anni successivi non è mai riuscito a raggiungere risultati importanti salvo diversi quarti di finale.

Compie il saltò di qualità nella stagione 2018-2019 dove perde la finale del Riga Masters, primo torneo della stagione contro Neil Robertson.[3] Arriva in semifinale all'International Championship[4] e nuovamente contro l'australiano perde la finale del China Open.[5] In precedenza era anche riuscito ad arrivare in finale alla Championship League perdendo però, contro Martin Gould,[6] potendosi ritenere soddisfatto per aver guadagnato 15 posizioni nel Ranking dopo essere partito 26°.

Dopo un inizio di stagione non felicissimo, Lisowski arriva in finale allo Scottish Open perdendo 9-6 contro Mark Selby.[7]

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008 gli viene diagnosticato il linfoma di Hodgkin.[8] Lisowski ha dichiarato durante un'intervista di non sapere le origini del suo cognome ma detto di avere un nonno ucraino, anche se ha comunque voglia di approfondire le sue origini.

Ha dei buoni rapporti con Judd Trump con cui si allena molto spesso a Romford.

Nel 2015 ha sposato Jamie Livingston.

Ranking[9][modifica | modifica wikitesto]

Stagione Ranking iniziale Ranking finale
2010-2011 Non classificato 52
2011-2012 52 40
2012-2013 40 35
2013-2014 35 41
2014-2015 42 53
2015-2016 53 39
2016-2017 39 54
2017-2018 54 26
2018-2019 26 11
2019-2020 11

Century Breaks: 184[modifica | modifica wikitesto]

Break Massimi da 147: 1[10][modifica | modifica wikitesto]

Anno Competizione Avversario Note
1 2012 Regno Unito UK Championship Qualificazioni Cina Chen Zhe [11]

Finali perse[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking: 3[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Non-Ranking: 1[modifica | modifica wikitesto]

Titoli Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Lettonia Riga Masters 2018 Australia Neil Robertson [3]
Cina China Open 2019 Australia Neil Robertson [5]
Scozia Scottish Open 2019 Inghilterra Mark Selby [7]
Titoli Non-Ranking
Competizione Anno Avversario Note
Inghilterra Championship League 2019 Inghilterra Martin Gould [6]
  • Players Tour Championship: 2 (Evento 3 2010, Evento 1 2012)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) CueTracker - Career Total Statistics For Jack Lisowski - Professional Results - Snooker Results & Statistics, su cuetracker.net. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  2. ^ (EN) PIOS Rankings 2009 to 10, su web.archive.org, 13 aprile 2010. URL consultato il 21 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 13 aprile 2010).
  3. ^ a b (EN) David Caulfield, Neil Robertson Wins Riga Masters, su SnookerHQ, 29 luglio 2018. URL consultato il 2 settembre 2019.
  4. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - 2018 International Championship - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  5. ^ a b (EN) Robertson Storms To Beijing Victory, su World Snooker, 7 aprile 2019. URL consultato il 2 settembre 2019.
  6. ^ a b (EN) Gould Strikes Gold At Championship League, su World Snooker, 14 marzo 2019. URL consultato il 2 settembre 2019.
  7. ^ a b (EN) Scottish Open snooker: Mark Selby beats Jack Lisowski 9-6 in Glasgow final, su www.sportinglife.com. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  8. ^ (EN) Jonathan Liew, Betfair World Snooker Championship 2013: Jack Lisowski's cancer fight gives him a new angle on life, 19 aprile 2013. URL consultato il 27 febbraio 2020.
  9. ^ (EN) Ron Florax, CueTracker - Ranking History For Jack Lisowski - Snooker Results & Statistics Database, su cuetracker.net. URL consultato il 21 gennaio 2020.
  10. ^ (EN) Official 147s, su World Snooker. URL consultato il 2 settembre 2019.
  11. ^ (EN) UK Championship - Auch Lisowski gelingt ein Maximum-Break - Yahoo! Eurosport, su web.archive.org, 29 novembre 2012. URL consultato il 21 gennaio 2020 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2012).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]