Isopoda

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Isopodi
Eurydice pulchra.jpg
Euridyce pulchra
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Arthropoda
Subphylum Crustacea
Classe Malacostraca
Sottoclasse Eumalacostraca
Superordine Peracarida
Ordine Isopoda
Sottordini

Gli Isopodi sono un ordine di crostacei della classe dei Malacostraca, superordine Peracaridi[1]. Comprendono non meno di 10.000 specie.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Gli isopodi hanno il corpo schiacciato in senso dorso-ventrale, non hanno carapace, le sette paia di zampe sono tutte uguali tra loro (da cui il nome). Gli occhi sono sessili, non peduncolati.

Le dimensioni degli adulti variano da 3 mm fino a quasi mezzo metro (Bathynomus giganteus dell'Oceano Pacifico).

Un tipico isopode terrestre (qui una specie americana del genere Armadillidium)
Gli isopodi marini hanno una grande varietà di forme e colorazioni

Ecologia[modifica | modifica wikitesto]

Quest'ordine è peculiare tra i crostacei per aver conquistato gli ambienti terrestri. Gli isopodi terrestri vivono in ambienti umidi e hanno la capacità di potersi avvolgere su se stessi se disturbati.

Circa 4500 specie sono rimaste marine e abitano i fondali, sia costieri che profondi (compresi gli ambienti intertidali). Gli isopodi hanno colonizzato anche le acque dolci (laghi, fiumi ecc.), comprese le acque sotterranee (grotte e altro).

Alcuni isopodi sono ectoparassiti di pesci.

Le abitudini alimentari degli isopodi sono molto varie, secondo le specie: erbivori, detritivori, carnivori, parassiti.

Come gli altri membri del superordine Peracaridi, le femmine degli isopodi rilasciano le uova in una tasca ventrale paragonabile a un marsupio (e detta appunto marsupium), nella quale esse sono mantenute in incubazione fino alla schiusa. Le larve hanno già aspetto simile agli adulti, differendone principalmente per il numero di segmenti toracici.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Isopoda in WoRMS 2015 (World Register of Marine Species).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi