Il terrore del silenzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il terrore del silenzio
Il terrore del silenzio.jpg
Una scena del film
Titolo originaleHush
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2016
Durata81 min
Generethriller, orrore
RegiaMike Flanagan
SceneggiaturaMike Flanagan, Kate Siegel
ProduttoreTrevor Macy, Jason Blum
Casa di produzioneIntrepid Pictures, Blumhouse Productions
Distribuzione in italianoNetflix
FotografiaJames Kniest
MontaggioMike Flanagan
MusicheThe Newton Brothers
ScenografiaElizabeth Boller
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Il terrore del silenzio o Hush - Il terrore del silenzio[1] (Hush) è un film thriller-horror del 2016 diretto da Mike Flanagan.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Maddie Young è una giovane scrittrice, sordomuta a causa di una meningite batterica dall'età di 13 anni. Vive sola in una casa di campagna, in cerca dell'ispirazione per completare il suo libro.

Un pomeriggio la sua amica e vicina Sarah si reca a casa della ragazza, andando via poco dopo. Durante la sera la vediamo ricomparire dietro la finestra della cucina, dove si trova Maddie, che batte insistentemente sul vetro in cerca di aiuto. Infatti è inseguita da uno sconosciuto mascherato e armato, che la raggiunge e la uccide brutalmente. L'uomo, resosi conto della malattia della giovane, decide di cominciare un gioco malato e crudele, con l'intenzione di non uccidere Maddie finché quest'ultima non desideri la morte. Maddie quindi è costretta ad usare di tutto per cavarsela, usando arnesi da cucina, insetticidi ed allarmi anti incendio per rendere sordo l'invasore armato di balestra. Maddie si immagina ogni possibile scenario, adattandosi a qualunque situazione e ne approfitta per ammazzare l'intruso con un cavatappi.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima al South by Southwest Film Festival il 12 marzo 2016.[2] Prima di tale debutto venne acquistato da Netflix[2] e distribuito in video on demand dall'8 aprile 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Hush - Il terrore del silenzio, su Movieplayer.it. URL consultato il 31 gennaio 2018 (archiviato il 2 luglio 2017).
  2. ^ a b Max Borg, Non uccidermi, non ti sento: con Hush, il terrore si insinua nel silenzio, su Movieplayer.it, 11 aprile 2016. URL consultato il 31 gennaio 2018 (archiviato il 4 gennaio 2017).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]