I ragazzi terribili (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
I ragazzi terribili
Titolo originaleLes Enfants terribles
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno1950
Durata109 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, sentimentale
RegiaJean-Pierre Melville
Soggettodal romanzo di Jean Cocteau
SceneggiaturaJean-Pierre Melville
FotografiaHenri Decaë
MontaggioMonique Bonnot
MusicheJohann Sebastian Bach, Giuseppe Torelli e Antonio Vivaldi
Interpreti e personaggi

I ragazzi terribili (Les Enfants terribles) è un film del 1950 scritto e diretto da Jean-Pierre Melville tratto dal romanzo omonimo di Jean Cocteau. I due hanno collaborato alla sceneggiatura.

Nella versione originale lo stesso Jean Cocteau era la voce narrante della storia.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I fratelli Elisabeth e Paul vivono quasi reclusi nella loro camera da letto che è stata trasformata di una sorta di santuario pieno di "tesori" piccoli oggetti anche di poco valore ai quali danno un significato particolare. Nonostante litighino di continuo non riescono a stare troppo lontani l'uno dall'altra. Elisabeth cede alle insistenze di Michael e lo sposa ma rimane praticamente subito vedova senza consumare le nozze e si trasferisce nella grande villa del marito. Subito la raggiunge il fratello che porta con sé gli amici Gérard e Agathe. In particolare lei potrebbe essere la versione femminile di Dargelos, un compagno di scuola che Paul vede come un idolo. Non appena Elisabeth si rende conto che tra Paul e Agathe sta nascendo un sentimento amoroso lei organizza un piano diabolico per farli separare e per fare in modo che il fratello non la abbandoni. Il piano funziona ma accade l'imprevisto: dopo aver rotto con Agathe Paul si avvelena. Elisabeth non volendo vivere con il rimorso di aver ucciso il fratello, si suicida sparandosi alla tempia.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema