Harriet Backer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Harriet Backer, c.1920

Harriet Backer (Holmestrand, 21 gennaio 1845Oslo, 25 marzo 1932) è stata una pittrice norvegese, fra i pionieri dell'arte femminile nei paesi dell'Europa settentrionale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Backer nacque da una famiglia benestante a Holmestrand. Nel 1857, a soli 12 anni, la famiglia si spostò a Christiania (oggi Oslo), dove ricevette le prime lezioni di pittura da maestri come Joachim Calmeyer e Johan Fredrik Eckersberg, assieme alla connazionale Asta Nørregaard. Successivamente viaggiò per tutta l'Europa in compagnia della sorella, Agathe Backer-Grøndahl, assimilando così varie tecniche. Studiò poi a Parigi e a Monaco di Baviera, lasciandosi influenzare molto dall'impressionismo, anche se i suoi lavori sono maggiormente caratterizzati dal movimento realista. Non studiò mai in una vera e propria scuola d'arte, ma seguì come un'allieva la tecnica e lo stile dell'amico e studioso Eilif Peterssen.
Partecipò alla III Esposizione internazionale d'arte di Venezia del 1899.

Harriet Backer si spense a Oslo all'età di 87 anni.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN8199706 · ISNI (EN0000 0000 6674 9090 · LCCN (ENn84129014 · GND (DE11951611X · BNF (FRcb12530472w (data) · ULAN (EN500013350