Harmont & Blaine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harmont & Blaine S.p.A.
Logo
Stato Italia Italia
Fondazione 1986
Fondata da Domenico Menniti, Enzo Menniti, Paolo Montefusco, Massimo Montefusco
Sede principale Napoli
Persone chiave
  • Domenico Menniti, Presidente
  • Riccardo Bruno, Vicepresidente
  • Paolo Montefusco, Consigliere Delegato
  • Consiglieri: Vincenzo Montefusco, Massimo Montefusco, Alfredo Gargano, Marco Carotenuto, Manuel Catalano
  • Renata Menniti, Media & Communication Director
  • Giuseppe Menniti, International Marketing Director
Prodotti Abbigliamento upper-casual e accessori Uomo Donna Bambino
Fatturato Green Arrow Up.svg75 milioni [2] (2014)
Dipendenti 500 diretti, 1000 indotto [3] (2016)
Sito web www.harmontblaine.com

Harmont & Blaine S.p.A. è un'azienda italiana che produce, commercializza e distribuisce abbigliamento upper-casual, contraddistinto dal marchio del bassotto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1986, Domenico Menniti – in seguito amministratore delegato e poi Presidente di Harmont & Blaine S.p.A. – fonda, insieme ai soci e fratelli, Enzo Menniti, Paolo e Massimo Montefusco, un'azienda[1] che si dedica alla produzione di guanti in pelle con il marchio PDM.

Nel 1993 l'azienda comincia la produzione di cravatte e nel 1994 viene presentata la prima collezione di boxer da mare; l'anno successivo si integrano le collezioni con camicie, pantaloni e golf.

Nel 2000 viene aperta la prima boutique monomarca, che funge da negozio pilota, a Frattamaggiore (NA). Nel marzo del 2001 viene inaugurata la boutique di Capri e, nel maggio del 2004, apre il primo negozio monomarca a Miami, Florida.

Nel 2005 viene lanciata la collezione "Harmont & Blaine Junior", affidata in licenza ad AGB Company. L'anno successivo avviene un cambio di denominazione dell'azienda, che da PDM a Harmont & Blaine S.p.A. Parallelamente, viene avviata la procedura di aumento di capitale, di frazionamento del valore della singola azione e dematerializzazione delle azioni stesse, approvato da un'assemblea straordinaria il 1º ottobre 2007.[2]

Nel 2008 viene siglato l'accordo di licenza per la produzione e distribuzione della linea "Harmont & Blaine Shoes" alla marchigiana Giano S.r.l., dedicata alle calzature uomo.

Foto della collezione Harmont & Blaine FW 2016-17

Nel giugno 2009 viene presentata la collezione" Harmont & Blaine Junior", dedicata alle bambine. Un anno dopo, viene presentata la collezione dedicata alla donna. Nella primavera del 2011 vengono presentate le calzature per bambini. Lo stesso anno, nasce la Honda CR-V Harmont & Blaine attraverso un'operazione di co-branding tra Honda Automobili Italia S.p.A. e Harmont & Blaine.[3]

Dalla stagione Autunno-Inverno 2012-13 il design, la produzione e la distribuzione della linea donna di Harmont & Blaine passano sotto il diretto controllo dell'azienda. Sempre durante il 2013, la collezione uomo viene presentata alla stampa durante la Milano Fashion Week. A ottobre viene inoltre inaugurato il flagship store di Praga.

Il 30 ottobre 2014 viene siglata l’operazione che porta il fondo Italiano di private equity Clessidra SGR nel capitale sociale di Harmont & Blaine SpA con una quota del 35%.

Nel 2015, nel mese di luglio, viene costituita la società controllata Harmont & Blaine France Sas. A ottobre, Harmont & Blaine entra ufficialmente nel mercato francese e inaugura la prima boutique a Parigi, seguita nel 2016 dalla boutique di Cannes.

I risultati economico finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Andamento del fatturato nel 2014.

L'azienda ha segnato un incremento positivo del 5,7%, chiudendo l'esercizio commerciale dell’anno 2014 con un fatturato pari a 75 milioni di euro, confermando il trend di crescita mantenutosi costante nel corso dell’ultimo decennio.

Il primo mercato di riferimento è stato, sin qui, l’Italia, la quale rappresenta (nel 2014) l’81% dei ricavi, pari a 59,3 milioni, con una crescita del 3,7% rispetto ai 57,1 milioni del 2013. Le vendite extra UE registrano una crescita del 22,5% rispetto al 2013 a fronte di una stabilità delle vendite in Europa (extra Italia). Nel 2014 i ricavi derivanti dalle royalties si sono attestati ad 1,36 milioni di euro a testimonianza che le due linee - junior e calzature - affidate in licenza proseguono in un trend di crescita positivo.

Di seguito i margini reddituali della società ottenuti nel 2014:

  • l’Ebitda si attesta a 7, 4 milioni di euro, con un’incidenza del 10% sul fatturato;
  • l’Ebit, si attesta 4,5 milioni di euro, con un’incidenza del 6% sul fatturato.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Panorama.it, Harmont & Blaine: Un Bassotto per quattro fratelli, 2 febbraio 2010 [1]
  2. ^ La Repubblica, Mister Bassotto , 6 settembre 2009
  3. ^ Motori24, Honda CR-V Special Edition

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]