Girolamo da Carpi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ritratto di Girolamo da Carpi nell'edizione del 1568 delle Vite di Vasari.

Girolamo da Carpi (15011556) è stato un pittore e architetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Opportunità e pazienza, 1541

Girolamo da Carpi, pittore e decoratore, la cui figura lungamente fu confusa con quella di Girolamo da Treviso, lavorò alla corte degli Este di Ferrara, dove iniziò a dipingere, con un apprendistato presso Benvenuto Tisi detto "il Garofalo"; ma all'età di vent'anni si trasferì a Bologna. È considerato un'importante figura della pittura del primo Rinascimento della locale scuola bolognese.

Tra le sue opere principali si annoverano la Pala Muzzarelli, precedente al 1530, che mise in evidenza i contatti avuti con Giulio Romano a Mantova, ma anche l'originalità per i paesaggi dilatati e la profondità spaziale delle nubi, nelle quali vennero immersi i personaggi.[1]

Altri dipinti importanti furono il Presepio e il San Luca che dipinge la Vergine, nei quali l'artista raggiunse picchi di lirismo elevati.

Il Vasari ne scrisse la biografia nell'edizione del 1568 delle Vite insieme a quella di Benvenuto Tisi da Garofalo nella parte 5.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, vol.5 pag.287

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN90631414 · LCCN: (ENn50077313 · ISNI: (EN0000 0000 8163 4689 · GND: (DE102421978 · ULAN: (EN500003965
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie