Giovanni da Sulmona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni da Sulmona (Sulmona, XV secoloXV secolo) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ambito di Giovanni da Sulmona, " Crocifissione" (1410), dal palazzo Margherita (L'Aquila), ora nel MUNDA

Giovanni da Sulmona si formò nell'ambiente culturale prevalentemente senese-pisano - che si richiamava alle opere di Martino di Bartolomeo e di Giovanni di Pietro da Napoli - che si era diffuso in Abruzzo fin dai primi anni del XV secolo, per opera del Maestro di San Silvestro, noto anche come Maestro di Beffi. Giovanni verso il 1412 ne fu uno dei principali collaboratori, per la realizzazione degli affreschi della chiesa di San Silvestro a L'Aquila.

Nelle sue prove autonome, come ad esempio i due capicroce, già a San Cesidio di Trasacco e ora nel Museo nazionale d'Abruzzo a L'Aquila, fino al noto tabernacolo, proveniente da Sant'Orante ad Ortucchio e ora nel museo civico di Sulmona e che è firmato Ioh(an)es pictor de Sul(mo)na e datato 1435, Giovanni mostra di non riuscire a superare, anche in date avanzate, le formule espressive e i moduli di quella stessa cultura che aveva caratterizzato i suoi esordi.

Opere attribuitegli[modifica | modifica wikitesto]

  • Ciclo degli affreschi della chiesa di San Silvestro, L'Aquila, in collaborazione col Maestro di Beffi
  • Due capicroce quadrilobi con la Madonna Addolorata e San Giovanni apostolo, dalla collegiata di San Cesidio a Trasacco, Museo diocesano d'Arte sacra Marsicana, Celano
  • Pala con la scena dell'Annunciazione e Adorazione dei pastori (firmata e datata 1435), dalla chiesa di Sant'Orante di Ortucchio, ora nel Museo civico di Sulmona
  • Tavola lignea dipinta della Crocifissione con San Giovanni apostolo e la Maddalena, Museo Nazionale d'Abruzzo, L'Aquila
  • Tre capicroce della chiesa collegiata di San Cesidio di Trasacco, facenti parte della scultura di Cristo crocifisso nella chiesa di San Pietro a Sulmoma, Museo di Arte sacra Marsicana, Celano

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN95774824 · ULAN (EN500015296