Giovanni Maver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giovanni Maver

Giovanni Maver (Isola di Curzola, 18 febbraio 1891Roma, 12 luglio 1970) è stato uno slavista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu dottore honoris causa dell'Università di Varsavia (1958) e anche un membro estero dell'Accademia Polacca delle Scienze a Varsavia.

Studiò nella natia Curzola, a Ragusa e a Spalato, e poi, nel 1909, cominciò gli studi filosofici presso l'Università di Vienna, continuandoli quindi a Firenze e Parigi. Fece il dottorato nel 1914 a Vienna. Nel 1920 prese servizio alla facoltà di Filologia Slavistica nell'Università di Padova, per poi passare alla facoltà di Lingua e Letteratura Polacca nell'Università La Sapienza di Roma. Fra i suoi allievi si ricordano Bruno Meriggi e Sante Graciotti.

Nel 1925 visitò per la prima volta la Polonia, Paese in cui si recherà anche in seguito. Dal 1929 al 1948 fu redattore dalla sezione di letteratura estera nella Enciclopedia italiana. Nel 1952 creò la rivista annuale "Ricerche Slavistiche" che diresse fino al 1969. Scrisse anche per "Rivista di Cultura".

Opere (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1925Saggi critici su Juliusz Słowacki
  • 1929Alle fonti del romanticismo polacco
  • 1930Oryginalność Kochanowskiego (L'orginalità di Kochanowski)
  • 1954Rozważania nad poezją Mikołaja Sępa-Szarzyńskiego (I pensieri sulla poesia di Mikołaj Sęp-Szarzyński)
  • 1956Pagine scelte
  • 1958Letteratura polacca
Controllo di autorità VIAF: (EN6955416 · ISNI: (EN0000 0001 0866 386X · SBN: IT\ICCU\RAVV\038815 · GND: (DE119373408 · BNF: (FRcb12457517z (data) · BAV: ADV10989600