Giovanni Kasman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Giovanni Kasman (Niegin, 1º aprile 18868 maggio 1945) è stato un compositore ucraino.

Nasce in Ucraina a Niegin il 1º aprile 1886, emigra trentaduenne in Italia nel corso della Rivoluzione Russa 1917/1918. Fonda a Genova un'importante attività commerciale, ma la sua grande passione è la musica: compone (parole e musica) opera lirica. Nel 1925 lavora su un'opera: "Il Figlio della Statua", 4 atti, coro e gran ballo in maschera di ambiente e stile russo, che riesce a presentare il 07 giugno del 1928 in edizione parziale al Teatro Paganini di Genova con il direttore d'orchestra Bruto Martelli, il soprano Elsa Matteini e il tenore Cav. Giovanni Campioni, i quali interpretano ciascuno i due personaggi dell'opera. L'opera ottiene notevole successo, rilevato dalla critica apparsa sul quotidiano Il Secolo XIX del 08 giugno 1928. Causa le vigenti legge razziali e fasciste del 1938/1939 è costretto ad emigrare negli Stati Uniti e il 28 dicembre del 1944 ripropone la stessa opera al teatro del Waldorf Astoria di New York, con il noto direttore d'orchestra Maestro Gabriel Simeoni e la famosa soprano Mary Philips. A seguito di gravi e improvvise complicazioni di salute G. Kasman muore l'8 maggio 1945 a 59 anni. La musica viene raccolta alla rinfusa in una valigia e conservata in una cantina di Long Island, presso alcuni parenti dell'autore, che la consegnano a Roberto, unico figlio superstite, dopo il conflitto in Europa del 1943/1945; egli la trattiene inconsapevolmente fino all'anno 2013, quando viene esaminata per caso da alcuni musicisti del Teatro Carlo Felice di Genova per iniziativa del Circolo Culturale "Il Bandolo"[1] di Chiavari, dove Roberto Kasman vive. Alcuni brani vengo presentati con l'ausilio di un sestetto musicale e due cantanti lirici il 25 aprile 2014, in un teatro locale, con notevole successo, abbinando l'evento musicale alla figura del primogenito di G. Kasman, Sergio, eroe della Resistenza italiana, Sergio Kasman decorato di medaglia d'oro al valor militare, caduto a Milano il 09 dicembre 1944. L'opera "Il Figlio della Statua" sta suscitando interesse presso enti musicali e appassionati di musica lirica.