Giovanni Caramiello

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Caramiello

Giovanni Caramiello (Napoli, 14 gennaio 1838Napoli, 9 gennaio 1938) è stato un arpista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò arpa con Filippo Scotti (1790-1865) al conservatorio di Napoli. Nel 1886 successe al suo condiscepolo Felice Lebano (1837-1919) come insegnante del conservatorio, dove tenne la cattedra fino al 1915. Anche suo fratello Sebastiano (1828-1903) fu un arpista[1][2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Caramiello con le sue allieve al conservatorio di Napoli

Composizioni per arpa[modifica | modifica wikitesto]

(pubblicazioni a stampa; per arpa sola se non altrimenti specificate)

  • Divertimento sull'opera Marco Visconti di Errico Petrella (Milano, 1867) per arpa e pianoforte.
  • Divertimento sull'opera Don Carlo di Giuseppe Verdi (Milano, 1868).
  • Divertimento brillante su La traviata di Giuseppe Verdi, op.4 (Milano, 1870) per arpa e pianoforte.
  • Fantasia sull'opera Giovanna di Napoli di Errico Petrella, op.5 (Milano, s.d.).
  • Rimembranza di Napoli - fantasia sopra motivi popolari, op.6 (Milano, 1877).
  • Fantasia concertante sul Poliuto di Gaetano Donizetti, op.8 (Milano, s.d.) per arpa e pianoforte.
  • Duetto della Forza del destino di Giuseppe Verdi (Milano, 1885) per arpa e pianoforte.
  • Fantasia sull'opera Aida di Giuseppe Verdi, op.11 (Milano, 1873).
  • Le serenate del Vesuvio: 6 melodie popolari trascritte e variate per arpa in forma di studi, op.12 (Napoli, s.d.).
    1. Chelle che tu me dice di Guglielmo Cottrau
    2. Le stelle della sera di Cesare Rossi
    3. Fiore de primavera di Teodoro Cottrau
    4. Giulia gentil di Giulio Martelli
    5. Bella Cate di Michele Ruta
    6. Canzone della pulce di Michele Ruta
  • Gavotte du roi Louis XIII, trascritta per arpa (Napoli, s.d.).
  • Celebre siciliana di Pergolesi, trascritta e variata per arpa, op.14 (Milano, s.d.).
  • Delizia: celebre melodia di Beethoven, trascritta e variata per arpa, op.15 (Milano, s.d.).
  • Aria di Christoph Willibald Gluck: Che farò senza Euridice, trascritta e variata per arpa, op.16 (Milano, s.d.).

Opere didattiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Scelta di pezzi classici: pel complemento dello studio dell'arpa (Milano, 1890).
1. Maestoso animato e Giga di Baldassarre Galuppi
2. Allegro vivace di Jean-Philippe Rameau
3. Corrente di Johann Philipp Kirnberger
4. Rondò di Johann Christoph Friedrich Bach
5. Giga di Carl Heinrich Graun
6. Sonata n.3 di Luigi Cherubini

Scritti[modifica | modifica wikitesto]

  • Sull'arpa: Cenno storico e Considerazioni didattiche (Napoli, 1888).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Catalogo SBN, Mirella Vita, La musica italiana per arpa (Bologna, 1989).
  2. ^ Musica preziosa di Giovanni Caramiello dal sito dell'Associazione Italiana dell'Arpa.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàISNI (EN0000 0004 2969 2071 · LCCN (ENno2015056035