Giovanni Cappelluzzo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Giovanni Cappelluzzo

Presidente della Provincia di Bergamo
Durata mandato 7 maggio 1995 –
26 giugno 1999
Predecessore Gianfranco Ceruti
Successore Valerio Bettoni

Dati generali
Partito politico Lega Nord; Alleanza per l'Italia

Giovanni Cappelluzzo (Parma, 5 agosto 1959) è un politico italiano, presidente della provincia di Bergamo dal 1995 al 1999.

Dirigente del Bergamo, nel 1995, si candida alla presidenza della provincia di Bergamo per la Lega Nord. Con il 31,7% delle preferenze, conquista il ballottaggio contro il candidato di centro-destra, Giuliano Capetti, fermo al 26,3% dei voti.

Il ballottaggio vede un'inedita convergenza tra la Lega Nord e le forze di centro-sinistra, guidate dal Pds. A chiusura della campagna elettorale, l'On.Francesco Speroni dichiarava: "In Lombardia, visto che noi siamo al ballottaggio contro il Polo a Bergamo, potrebbe esserci uno scambio e la sponda d'appoggio è per forza di cose l'Ulivo"[1].

Al ballottaggio, Cappelluzzo incassa il 60% dei voti, contro il 40% di Capetti, con punte fino al 75% in Val Brembana e Val Seriana.

Eletto, entrava subito in forte competizione con l'allora Sindaco del capoluogo orobico, Guido Vicentini di centro-sinistra[2]. A dividerli alcune scelte urbanistiche e di programmazione politica, tra le quali la localizzazione del nuovo ospedale di Bergamo.

Non rieletto alle elezioni amministrative del 1999[3], si è allontanato dalla Lega Nord. Nel 2012 ha aderito all'API[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Elezioni, scambio Lega-centrosinistra
  2. ^ Bergamo, palazzi in guerra
  3. ^ Bergamo, Comune e Provincia al Polo
  4. ^ Cappelluzzo torna in politica con l'API in Bergamonews.it, su bergamonews.it. URL consultato il 6 gennaio 2014 (archiviato dall'url originale il 6 gennaio 2014).