Gino Peressutti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gino Peressutti (Gemona del Friuli, 21 giugno 1883Padova, 4 ottobre 1940) è stato un architetto italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo della Civiltà Romana

Tra i suoi progetti si ricorda quello di Cinecittà (inaugurata il 28 aprile 1937), realizzato insieme all'ingegnere Carlo Roncoroni[1], quello del complesso di Piazza Virginia Agnelli all'EUR (oggi sede del Museo della Civiltà Romana), realizzato insieme a Pietro Aschieri, Domenico Bernardini e Cesare Pascoletti, i palazzi INPS e COGI, realizzati tra il 1936 e il 1938 e, sempre a Padova, il complesso dell'Antonianum. Nella sua natia Gemona ritroviamo un solo edificio da lui progettato: il palazzo Della Marina. Nel 1922 firma, con Tullio Paoletti, il piano regolatore per l'ampliamento di Padova.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ www.cinecitta.com, cinecitta.com. URL consultato il 25 marzo 2009.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

L'architetto dei sogni: Gino Peressutti, da Gemona a Cinecittà

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enrico Pietrogrande (a cura di), La costruzione della città. Architettura a Padova nei primi quarant'anni del Novecento, Saonara (PD), il prato, 2007
Controllo di autorità VIAF: (EN306357839 · ISNI: (EN0000 0004 2777 6263 · BNF: (FRcb167704311 (data)