Giancarlo Crespi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Giancarlo Crespi
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Terzino
Carriera
Squadre di club1
1939-1947 Pro Patria 157 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Giancarlo Crespi (Busto Arsizio, 14 ottobre 1917 – ...) è stato un calciatore italiano, di ruolo terzino.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nella Pro Patria, ha giocato dodici stagioni con la squadra bustocca. Ha iniziato con due stagioni in Serie C e poi, promosso in Serie B nella stagione 1940-1941, ha esordito nel torneo cadetto ad Alessandria il 1º marzo 1942 nella partita Alessandria-Pro Patria (0-1).[1] Nel campionato di seconda serie ha disputato 56 partite, di cui 24 nella stagione 1941-1942,[2] 25 nella stagione 1942-1943,[3] e 7 nella stagione 1946-1947.[4] In tutto con la maglia della Pro Patria ha disputato centocinquantasette partite.[5]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Pro Patria: 1940-1941

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Biblioteca del Calcio, l'anno della Lupa, stagione 1941-42, di Carlo Fontanelli, GEO Edizioni, 2004, alla pagina 62.
  2. ^ La Biblioteca del calcio, l'anno della Lupa, stagione 1941-42, di Carlo Fontanelli, GEO Edizioni, 2004, alla pagina 87.
  3. ^ La Biblioteca del calcio, Livorno sogno infranto, stagione 1942-43, di Carlo Fontanelli, GEO Edizioni 2002, alla pagina 97.
  4. ^ Almanacco illustrato del calcio, anno 1948, Edizione Rizzoli 1948, alla pagina 159
  5. ^ Tigrotti, oltre un secolo con la Pro Patria, di Carlo Fontanelli e Giorgio Giacomelli, GEO EDizioni 2015, alla pagina 22.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • La Biblioteca del Calcio, L'anno della Lupa, stagione 1941-32, alla p. 87.
  • La Biblioteca del Calcio, Livorno il sogno infranto, stagione 1942-43, alla p. 97.
  • Almanacco illustrato del calcio, anno 1948, p. 159.