Gian Mario Anselmi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gian Mario Anselmi (Borgosesia, 16 luglio 1947) è un docente e italianista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Bolognese d'adozione, ha studiato con Ezio Raimondi e Raffaele Spongano (con cui si è laureato nel 1971) all'Università di Bologna, dove è stato a lungo professore ordinario di Letteratura italiana e Letteratura italiana medievale. In pensione dal 2017, dal 2021 riveste la qualifica di "Professore dell'Alma Mater Università di Bologna". Dal 2002 al 2008 e dal 2010 al 2015 è stato Direttore del Dipartimento di Italianistica, divenuto dal 2012 Dipartimento di Filologia classica e Italianistica. Dopo la laurea (in Lettere classiche) è stato borsista all'Istituto italiano per gli studi storici di Napoli. Il suo primo insegnamento, alla Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, è stato di Letteratura umanistica. Ha insegnato anche Latino medievale e Filologia medievale e umanistica presso il Corso di laurea in Beni culturali con sede a Ravenna, corso di cui è stato tra i fondatori. È stato inoltre tra i fondatori della Facoltà di Scienze della Formazione dell'Ateneo di Bolzano con sede in Bressanone, dove per molti anni ha tenuto l'incarico di Lingua italiana. Ha collaborato e collabora con le principali case editrici italiane e con editori stranieri, dirigendo collane di saggistica e di classici e partecipando alla direzione o ai comitati scientifici di prestigiose riviste nazionali e internazionali (fra cui ricordiamo "Ecdotica", "Italique" e "Machiavelliana"). È tra i fondatori e condirettori di riviste letterarie online ad ampia diffusione internazionale, Griseldaonline, Ossigeno nascente: atlante dei poeti italiani contemporanei, DNA-Di Nulla Academia.Rivista di studi camporesiani . Socio di diverse istituzioni culturali, tra cui l'Accademia delle Scienze dell'Istituto di Bologna e la Commissione per i testi di Lingua con sede a Bologna in Casa Carducci, è stato membro del Consiglio di amministrazione dell'Istituto dell'Enciclopedia italiana Treccani, presidente della Fondazione Gramsci Emilia-Romagna, presidente del Centro di Studi Alfieriani in Asti nonché Segretario per due mandati dell'ADI (Associazione degli Italianisti italiani). È membro del Consiglio di amministrazione della Biblioteca Classense di Ravenna. Tra i suoi interessi, la cultura medievale (fra cui spiccano diversi e importanti contributi danteschi), la letteratura umanistica e rinascimentale (ha curato, tra l'altro, le principali opere di Niccolò Machiavelli, di cui è tra i maggiori esperti[1] , nonché testi di Francesco Guicciardini, antologie delle Lettere di Pietro Aretino e dei Lirici europei del Cinquecento), la cultura e l'arte del Settecento, la storia della storiografia , la periodizzazione della letteratura, la letteratura comparata, la storia della critica, la letteratura in rapporto ai nuovi media, la didattica della letteratura con la curatela di manuali e antologie di successo. In particolare ha ideato e coordinato con Ezio Raimondi una fortunata Antologia della letteratura italiana in due diverse Edizioni ( Tempi e immagini della letteratura e Leggere, come io l'intendo, Bruno Mondadori/Pearson) per il triennio delle Scuole superiori. Ha al suo attivo centinaia di pubblicazioni. Ha collaborato, con vari saggi, alla Letteratura italiana edita da Einaudi e diretta da Alberto Asor Rosa. Ha fatto parte del Comitato direttivo dell'Enciclopedia Machiavelli Treccani per la quale, fra l'altro, ha redatto la fondamentale voce dedicata al Principe. Ha tenuto corsi e conferenze in molti paesi europei ed extraeuropei e suoi lavori sono stati tradotti in varie lingue. Ha partecipato e partecipa a molte attività culturali (di cui sovente è egli stesso promotore) e collabora con alcune trasmissioni della Rai. Nel 2021 gli è stata assegnata la "Targa Volponi" per la Letteratura.

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Ricerche sul Machiavelli storico, Pisa, Pacini, 1979
  • Umanisti, storici e traduttori, Bologna, CLUEB, 1981
  • Le frontiere degli umanisti, Bologna, CLEUB, 1988
  • Il tempo ritrovato. Padania e Umanesimo tra erudizione e storiografia, Modena, Mucchi, 1992
  • Galeotto Marzio ed il De homine fra umanesimo bolognese ed europeo (con E.Boldrini), Quaderno degli Annali Istituto Gramsci Emilia-Romagna, 3/1995-1996.
  • La saggezza della letteratura. Una nuova cronologia per la letteratura italiana, Milano, B. Mondadori, 1998
  • Profilo storico della letteratura italiana, Milano, Sansoni, 2001
  • Mappe della letteratura europea e mediterranea, 3 voll., Milano, B.Mondadori, 2000-2001
  • Gli universi paralleli della letteratura. Metamorfosi e saperi tra Rinascimento e crisi del Novecento, Roma, Carocci, 2003
  • L' età dell'Umanesimo e del Rinascimento. Le radici italiane dell'Europa moderna, Roma, Carocci, 2008
  • Letteratura e civiltà tra Medioevo e Umanesimo, Roma, Carocci, 2011
  • Narrare storia e storie. Narrare il mondo, Milano, Franco Angeli, 2013
  • Leggere Machiavelli, Bologna, Pàtron, 2014
  • L'immaginario e la ragione. Letteratura italiana e modernità, Roma, Carocci, 2017
  • Itinerari nella letteratura italiana. Da Dante al Web (coordinamento), Roma, Carocci, 2018 (prima ed.2013)
  • L'approdo della letteratura. Percorsi della narrazione da Dante a Game of Thrones, Roma, Carocci, 2018
  • Humana feritas. Studi con Gian Mario Anselmi, a cura di L.Chines, E.Menetti, A.Severi, C.Varotti, Bologna, Pàtron, 2018
  • Leggere i classici italiani. Un'antologia (con L.Chines), Bologna, Pàtron, 2019
  • Illuminismo e Settecento Riformatore. Un lessico per la contemporaneità (con G.Ruozzi e S.Scioli), Bologna, BUP, 2020
  • I passaggi e la cronologia ragionata della letteratura italiana (con F.Tomasi), Bologna, Pàtron, 2021

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN110443860 · ISNI (EN0000 0001 2103 8348 · SBN IT\ICCU\CFIV\036721 · LCCN (ENn80012623 · GND (DE174073224 · BNF (FRcb11888918t (data) · BNE (ESXX1132425 (data) · BAV (EN495/291072 · WorldCat Identities (ENlccn-n80012623