Giacomo Francesco Cipper

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Giacomo Francesco Cipper noto come il Todeschini (Feldkirch, 1664Milano, 1736) è stato un pittore austriaco, attivo in Italia nella prima metà del XVIII secolo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suonatore di mandolino, (attribuzione)

Non se ne conoscono i dati biografici: forse era oriundo del Tirolo e fu attivo in Italia settentrionale nella prima metà del Settecento, soprattutto nel bresciano e nel bergamasco.

Alcune delle sue numerose opere, firmate Cipper, Zipper o Cipri affiancato dall'appellativo tedesco, sono datate tra il 1705 (Scena zingaresca della Collezione Geri a Milano) e il 1736 (Pittore nel suo studio, Hampton Court). Pittore di genere, aderì alla cultura nordica e guardò con interesse alle opere di Pietro Bellotto. La feconda attività del Todeschini si inserisce, con un tono di facile divertimento, della variegata corrente della pittura a soggetto popolare che ebbe particolare fortuna in Lombardia e nell'Europa centrale raggiungendo l'espressione più schietta e più forte nel Pitocchetto.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Ritratto di anziana, olio su tela, Museo Fortunato Calleri di Catania

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • M.C. Masi, La ricostruzione della quadreria del Real Casino di Carditello. Il trionfo della natura morta nel Settecento, in Carditello Ritrovato: Siti Reali e territorio: storia restauro valorizzazione, n. 2 e 3/ luglio 2014
  • Ernst Gombrich, Dizionario della Pittura e dei Pittori, Einaudi Editore, 1997
  • Rose Wishnevsky, CIPPER, Giacomo Francesco, detto il Todeschini, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 25, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1981. URL consultato il 28 novembre 2015.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN37727926 · ISNI: (EN0000 0000 6676 6851 · GND: (DE11949826X · BNF: (FRcb15010320h (data) · ULAN: (EN500012546